Che il destino di Anthem fosse partito con il piede sbagliato era oramai un dato certo. Dopo l’aggiornamento 1.3 pubblicato la scorsa settimana che ha inserito il Cataclisma e altre novità, il gioco non è riuscito smuovere l’utenza a dare quella scossa che il team si aspettava, complice forse anche la completa assenza di comunicazioni da parte del team sull’arrivo dei nuovi contenuti presenti e futuri.

Che qualcosa in casa BioWare non stesse funzionando si era capito, ma in queste ore pare esserci stata un’ulteriore tegola per il progetto. Ben Irving, lead producer di Anthem ha infatti deciso di licenziarsi.

Questa improvvisa defezione arriva come un pugno allo stomaco per BioWare, che ora come ora non ha sicuramente bisogno di affrontare una situazione del genere, e questa potrebbe avere un impatto negativo non da poco sull’intero progetto.

Tuttavia i motivi che hanno spinto Ben Irving a lasciare BioWare potrebbero essere di altra natura. Come si evince dai suoi tweet infatti, la decisione è stata maturata in quanto Irving approderà presso un’altro studios, anche se non ha svelato quale. Queste le sue parole:

“Dopo otto fantastici anni ho deciso di lasciare BioWare e accettare un’opportunità emozionante presso un’altra compagnia videoludica”.

Irving ha anche voluto ringraziare BioWare e relativi colleghi, dichiarando che ora il progetto Anthem verrà seguito da Jesse Anderson e Andrew Johnson. Queste le sue parole:

“Siete in ottime mani con Jesse Anderson e Andrew Johnson (come lo siete stati da un po’ di tempo a questa parte). Non auguro altro che il meglio per tutti voi”.

Vi ricordiamo che Anthem è disponibile su Xbox One, PC e PlayStation 4.

Acquista su Amazon.it

Commenti