Autore: Alberto Destro

Alberto Destro

Quando il Signore regalava agli uomini l'arte della scrittura, probabilmente ero al bagno.

Tra le cose che difficilmente dimenticheremo di questa generazione, oltre ai famigerati 4K, impossibile non citare la maledizione dello spazio di archiviazione. Tra titoli di dimensioni gargantuesche (gli ultimi CoD, citando un franchise a caso, hanno abbattuto da un pezzo la soglia psicologica dei 100GB), update sempre più frequenti e patch del day one che da sole pesano quanto un gioco nuovo, il ritrovarsi con SSD interni stracolmi nell’arco di un weekend è un’evenienza così frequente che sì, farebbe strano il contrario. Se per i titoli current gen la sola soluzione disponibile coincide con l’uso di periferiche SSD dedicate (gli…

Continua a leggere

Con MOBIUZ EX240, Benq si conferma protagonista del mercato dei monitor da gaming ad alte prestazioni, garantendo tuttavia una fascia di prezzo assolutamente abbordabile. Quando si parla di postazioni di gioco, difficile non sentire quel sottile brivido che, dalla spina dorsale, si avvicina pericolosamente alla tasca in cui è nascosto il portafogli. Tra PC avveniristici, tastiere e mouse tecnologicamente più avanzati dei razzi NASA, microfoni, webcam e diavolerie varie sempre più usate nella content creation beh, “cavarsela a buon mercato” e “flexare una postazione da far slogare l’altrui mascella” sono due affermazioni che, con scarsissima probabilità, potremo trovare nella stessa…

Continua a leggere

Ammettiamolo, c’è più d’una sottile ironia nel titolo dell’ultima creatura dei ragazzi di Bitmap Books: sia perché, in quelle poche parole, è racchiusa una delle frasi più celebri della golden age degli FPS (e se non cogliete la citazione a ID Software, ragazzi miei, abbiamo un grosso problema), sia perché gran parte del pubblico a cui, almeno sulla carta, il prodotto è rivolto beh, proprio così young non lo è da un pezzo. I’m Too Young To Die: The Ultimate Guide to First-Person Shooters 1992–2002: questo il titolo dell’ultima fatica dell’editore inglese, un tomo monumentale che, in 424 meravigliose pagine,…

Continua a leggere

Pensare che dall’annuncio di Bayonetta 3 ad oggi, giorno in cui chi vi scrive ha messo mano per la prima volta al codice definitivo del titolo, sono passati la bellezza di 5 anni beh, è una di quelle situazioni che fa sì sorridere, ma pure riflettere parecchio. 60 mesi in cui è successo di tutto: una new gen di console, un’infinità di illustri ritardi/rinvii e sparizioni dai radar, un’epidemia su scala globale che tutto ha fatto tranne rendere facile la vita a numerosi team di sviluppo – tra cui Platinum Games stessa e sì, chi più ne ha più ne…

Continua a leggere

Katar Elite Wireless, neonato dispositivo della linea da gaming più aggressiva del casato Corsair, è uno di quei dispositivi che difficilmente passa inosservato. Vuoi innanzitutto per un prezzo interessante, specie in un contesto tutto tranne che a buon mercato come quello delle periferiche di gioco high end; vuoi, ancor di più, per un biglietto da visita di quelli che si scordano a fatica, pieno zeppo di feature interessanti e distillati tecnologici che sì, per quanto possa sembrare incredibile ai profani, in mani sapienti possono fare davvero la differenza. Che l’occhio di Corsair si rivolga benevolo al segmento del pro-gaming non…

Continua a leggere

Se capitate dalle parti di Vicenza, precisamente in zona di Cornedo Vicentino, difficilmente non conoscerete Mondo Virtuale. Gestito interamente dal buon Davide Magaraggia per gli amici Maga e con l’immancabile supporto del fratello Isacco Magaraggia, Mondo Virtuale è più di un semplice negozio per Nerd. È piuttosto un’oasi felice dove, gli amanti dei fumetti e dei videogiochi possono letteralmente perdersi, rifornirsi con volumi, action figure, merchandise da collezione (e, magari come chi vi scrive, mettere a serio repentaglio le proprie finanze nell’arco di un semplice pomeriggio). Se siete appassionati di fumetti, videogiochi o Action Figure il nome Mondo Virtuale non…

Continua a leggere
Nier: Automata The End of Yorha Edition
8.5
Nintendo

Parlare di NieR: Automata nell’Anno del Signore 2022, per certi versi, fa un po’ sorridere. Da un lato perché, ammettiamolo, stiamo parlando di uno dei titoli più apprezzati, stilisticamente impeccabili, con una giocabilità stellare (e chi più ne ha più ne metta) da almeno dieci anni a questa parte; dall’altro perché anche chi non capisce una proverbiale acca di videogiochi avrà visto 2B svariati miliardi di volte tra fan-art ammiccanti, cosplay più o meno audaci (e anche qui, chi più ne ha più ne metta). Che Yoko Taro fosse un tipo particolare, chiunque sia del settore lo sa sin troppo…

Continua a leggere

Dell’ottimo Wave DX, l’ultimo microfono di casa Elgato disponibile all’acquisto giusto da poche ore, abbiamo abbondantemente parlato nella nostra recensione. In occasione di questo nostro primo incredibile incontro, il team di Elgato ci ha gentilmente fornito un ulteriore dispositivo, il Wave XLR, per testare al meglio il neo-arrivato: un device che per un utente poco esperto può sembrare incomprensibile, ma che in mani sapienti regala all’esperienza d’uso un valore aggiunto considerevole – sia che si utilizzi un microfono di casa Elgato, come Wave DX, Wave 1 o Wave 3, sia un qualsiasi dispositivo XLR. Facciamo ordine… Wave XLR è un’interfaccia…

Continua a leggere

Con il nuovissimo Wave DX, Elgato torna sotto i riflettori che contano con un microfono eccezionale, che farà la gioia tanto dei creator più ambiziosi tanto di chi muove i primi passi nel mondo dello streaming. Quello dello streaming è un settore che non dorme mai – e, tanto per stare in tema proverbi, il classico ambiente dove chi si ferma è perduto. Tra trasmissioni a frequenze serrate, ricerca di contenuti sempre appetibili e, ancor più importante, la necessità di garantire al proprio pubblico degli standard di qualità quanto più elevati possibile, il lavoro delle celebrità (ma non solo) di…

Continua a leggere

Con l’Edizione Speciale a tema Spider-Man, FireCuda prova a risolvere l’annoso problema dell’archiviazione dei giochi con uno stile unico. E il risultato, al netto di un compromesso fisiologico, è entusiasmante. L’espansione della current generation e, di conseguenza, il proliferare di titoli sempre più complessi, sia che si tratti di esclusive che third party multipiattaforma, ha reso l’archiviazione dei dati il problema più comune (oltre che iconico) per milioni di possessori di PS5 e Xbox Series S/X. Del resto, ritrovarsi in download triple A dell’ordine del centinaio di giga con annessi update e patch del day one rappresenta un ostacolo non…

Continua a leggere