Game Experience
LIVE

Assassin’s Creed Valhalla, il nuovo update riduce la dimensione del gioco

Bisognerà però riscaricare l'intero gioco

Il prossimo aggiornamento per Assassin’s Creed Valhalla ridurrà la dimensione del file del gioco in modo significativo su tutte le piattaforme, migliorando lo streaming dei dati del mondo, accelerando i tempi delle schermate di caricamento e migliorando le prestazioni di runtime, secondo Ubisoft.

Tutto questo richiederà però ai giocatori di riscaricare l’intero gioco, ma la società dice che ci si può aspettare che la sua avventura ambientata nel mondo vichingo occupi la seguente quantità di spazio dopo l’arrivo del Title Update 1.4.1.:

  • PC: 77 GB
  • PS4: 75 GB
  • PS5: 77 GB
  • Xbox One: 63 GB
  • Xbox Serie X: 72 GB

Spazio disco salvato dopo il rebase:

  • PC: 34 GB
  • PS4: 30 GB
  • PS5: 13 GB
  • Xbox One: 30 GB
  • Xbox Serie X: 44 GB

Se siete interessati, trovate la nostra recensione di Assassin’s Creed Valhalla a questo link.

Con Assassin’s Creed Valhalla, Ubisoft alza ulteriormente l’asticella di uno dei suoi franchise più importanti e redditizi. La versione Xbox Series X del titolo riesce, con un sol colpo di spugna, ad epurare la totalità delle magagne tecniche (caricamenti eterni, crash improvvisi, cali di frame rate) ravvisate nelle console di passata generazione: ma al netto della mera tecnologia e soffermandoci ad analizzare quanto effettivamente l’ultima iterazione della saga abbia da offrirci, possiamo solo accorgerci di quanto Ubisoft abbia spinto sull’acceleratore per portare alla luce uno dei propri capitoli migliori. Eivor è un primario caratterizzato alla perfezione a cui ci si affeziona facilmente, forse addirittura più in fretta di quanto successo per Bayek/Aya o Alexios/Lassandra. Ottima la scelta delle location, che dagli inospitali ghiacci della Norvegia spazia alle pianure verdeggianti dell’Inghilterra, brulicanti di vita e di missioni… Ed è proprio nelle innumerevoli missioni, nell’esplorazione profonda ed immersiva, nella miriade di attività in cui ci troveremo invischiati (la caccia ai Templari, l’espansione del villaggio vichingo in Inghilterra, il commercio segreto o l’espansione territoriale sfruttando nuove alleanze, solo per citarne alcune) che possiamo vedere la grandezza di Assassin’s Creed Valhalla: un titolo che, com’è giusto che sia, abbandona la strada dell’innovazione a senso unico in favore di quella della continuità, della riconferma.”

Articoli correlati

Oskar Heise

Oskar Heise

Amante di esperienze Singleplayer, indipendentemente dal genere di appartenenza. Quando sono stanco, faccio riposare l'anima sedendomi affianco a falò provenienti dal Giappone o cerco di non classificarmi ultimo in una partita online. Allergico a qualsiasi forma di console war.

Condividi