Game Experience
LIVE

Amouranth passa al contrattacco: “potete chiamarmi ninfomane ma non pezzente”

Beh, d'altronde guadagna 1.3 milioni di dollari al mese...

La star di Twitch Kaitlyn “Amouranth” Siragusa è ormai diventata una vera e propria stella del web, cosa questa che le sta consentendo di stare costantemente al centro di riflettori ben puntati su di lei, ottenendo una gran quantità di visibilità e quindi di conseguenza anche una marea di denaro.

Ovviamente però quando si ha a che fare con un tale livello di successo è logico dover affrontare anche l’altra faccia della stessa medaglia, con alcuni spettatori che invece di idolatrarla (oppure semplicemente apprezzarla) decidono di scagliarsi con forza e con non poco odio contro la ragazza, arrivando persino ad appiccare incendi dolosi presso la sua abitazione, come dichiarato da lei stessa in una recente intervista.

Per chi non la conoscesse, certamente pochi, Kaitlyn “Amouranth” Siragusa è diventata estremamente popolare sulla nota piattaforma viola di Amazon grazie ai suoi contenuti IRL e, più in generale, grazie a dirette con contenuti sessauli più o meno espliciti. Proprio in tal senso la streamer ha deciso di partecipare ad una nuova live, dove ha colto l’occasione per raccontare tutte le cose volgari che è stata chiamata a sopportare per tutta la sua vita.

La star del web ha quindi deciso di cogliere l’occasione rappresentata da questa nuova live per rispondere ai troll e più in generale a chi l’ha offesa. E sì, l’ha fatto con il suo solito modo di fare piuttosto deciso e perentorio:

“In chat e fuori dalla piattaforma più volte sono stata chiamata put**na, tr*ia, ninfomane, verme, brutta, grassa, stupida, stro*za, ma nessuno mi ha mai potuta chiamare pezzente.”


Beh, effettivamente possiamo dire di tutto ad Amouranth, essere suoi fan oppure no, ma una cosa è certa: è molto ricca. Difatti ha rivelato di recente che guadagna 1,3 milioni di dollari al mese dai suoi contenuti, con la maggior parte di questi soldi provenienti dalla sua pagina OnlyFans.

Fonte: Twitter

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi