Xbox One: un nuovo servizio di CNBC potrebbe aver svelato le unità vendute

Un servizio dedicato al fallimento in territorio Giapponese potrebbe aver svelato i numeri realizzati da Xbox One, milione più milione meno.

Ad oggi, definire “problematico” il lancio di Xbox One è sicuramente ancora troppo ottimistico. La gloriosa era Xbox 360 costruita dall’allora responsabile della divisone Don Mattrick, ha visto il crollo sotto molti profili nel 2013 con il lancio di Xbox One, con avvisaglie che qualcosa non andava già dalla presentazione della nuova console Microsoft nel mese di Maggio 2013.

L’always Connected ed una visione che voleva l’era digital only in forte anticipo sui tempi sono stati tra i motivi del crollo della fiducia dei consumatori, uniti anche ad alcune infelici dichiarazioni (TV,TV,TV ndr).

PlayStation 4 dal canto suo, dopo un brevissimo periodo di incertezza embrionale è riuscita subito a mostrare di che pasta era fatta, grazie anche alle iniziali vicende legate ai famosi 1080p vs 900p rendendola di fatto la console più performante all’epoca presente sul mercato.

Tuttavia sarebbe scorretto e insensato continuare a rimarcare errori oramai ampiamente superati e risolti. Xbox One X è ora la console più prestante a livello tecnico presente sul mercato, e titoli come Forza Horizon 4 e Gears 5 hanno decisamente dimostrato che l’hardware Microsoft è qualcosa di stupefacente. La cura Phil Spencer ha inoltre aiutato a recuperare fiducia nel brand, infine l’acquisizione di molti studio di sviluppo ha fatto capire che Microsoft è fortemente decisa a ritagliarsi uno spazio maggiore nel panorama videoludico.

Ma a livello di numeri come saranno andate le cose in casa Xbox? Difficile capirlo con esattezza, Microsoft infatti non ha più condiviso i numeri di vendita concentrandosi invece sui proventi di altre attività come servizi e abbonamenti, vero fiore all’occhiello per la divisione XBOX. Tuttavia il “mistero” delle unità vendute potrebbe essere stato svelato dal canale americano CNBC il quale ha di recente dedicato un servizio alla console Microsoft intitolato “Why Xbox Failed In Japan“, con il chiaro obiettivo di capire quali siano state le principali che hanno contribuito alla scarsa diffusione di Xbox in Giappone.

Secondo quanto emerso dal servizo, Xbox One, comprese le versioni S e X avrebbe venduto circa 46.9 milioni di pezzi in tutto il mondo nel periodo che va da novembre 2013 al secondo quarto del 2019, almeno secondo quanto emerso dai dati forniti da IDC. Va sottolineato che nello stesso lasso di tempo PlayStation 4 ha raggiunto quota 99.8 milioni di pezzi distribuiti a livello globale, comprendente ovviamente i modelli Slim e PRO.

Considerando quindi una percentuale di differenza tra il venduto di Xbox One e il distribuito di PlayStation 4, nonostante un rapporto 2 a 1 a favore di Sony, le vendite di Xbox One non possono essere considerate un fallimento come troppo spesso viene dipinto, nonostante siano ben lontane dal venduto di Xbox 360 che supererebbe gli 86 milioni di unità.

Vi ricordiamo che il lancio della nuova console Microsoft, nome in codice XBOX SCARLETT è atteso per il periodo invernale 2020, lo stesso per la nuova PlayStation 5 confermata qualche giorno fa.

Commenti