Game Experience
LIVE

WarioWare: Get It Together! Recensione

WarioWare: Get It Together! è la nuovissima iterazione della celebre serie Nintendo con protagonista il rivale di Mario più scorretto e inopportuno di sempre. Tantissimi minigame da giocare in solitaria ma anche in collaborazione con un vostro amico/a, questo perché Get It Together è anche e soprattutto multiplayer. Con un gameplay ancor più folle ed innovativo, la combriccola di WarioWare è pronta a sbancare anche su Nintendo Switch. Ci avrà convinti anche questa volta?

Viaggio al centro del videogame

minigame

In principio fu WarioWare, Inc: Minigame Mania per Game Boy Advanced. Nintendo tentò la mossa di rilanciare l’iconico rivale di Mario di giallo vestito non con l’ennesimo platform game, ma con una nuovissima raccolta di minigame decisamente fuori dall’ordinario. Il risultato fu chiaramente un successo. I minigiochi di WarioWare, Inc erano come una rapida scarica di fialette puzzolenti: veloci, sporchi, letali e assolutamente di cattivo gusto. Se fino a quel momento Nintendo s’era sempre distinta per eleganza e politically correct, questa volta sfornò un concentrato di follia e assurdità che faceva del weird il suo punto di forza. Ai tempi del Game Boy Advanced l’interazione con i minigiochi di WarioWare, Inc si limitava alla pressione del tasto A e all’uso sporadico della croce direzionale. Il titolo metteva infatti alla prova i riflessi dei giocatori i quali avevano pochissimi secondi per capire come superare le centinaia di minigame presenti, evitando di inciampare nel tasto sbagliato che avrebbe portato a perdere una vita. Successivamente, nel 2005, la serie raggiunse indiscutibilmente il suo apice con WarioWare: Touched! per Nintendo DS. Le potenzialità del touch screen della console a due schermi permisero agli sviluppatori di sbizzarrirsi in minigiochi ancora più folli e geniali, tutti o quasi basati sull’utilizzo del pennino. Dopo WarioWare: Smooth Moves, che sfruttava i movimenti del WiiMote per i suoi minigames, la serie passò decisamente in sordina con alcuni titoli sottotono, fino ad adesso.

Per questa nuova iterazione di WarioWare, Intelligent Systems, team a capo dello sviluppo del gioco, avrebbe potuto semplicemente ripetere quando fatto su Wii riproponendo ancora una volta minigiochi basati sui movimenti del controller. WarioWare: Get It Together! invece cambia le carte in tavola e propone un’interessante mix fra i classici minigame e il platform. Saranno infatti i protagonisti stessi di WarioWare ad affrontare i minigiochi, i quali si muoveranno all’interno del variegato mondo di WarioWare per aiutare Wario a debellare i bug che hanno preso di mira la sua ultima creazione. La nostra combriccola, come ci mostrano le deliziose cutscene animate che introducono i vari stage della modalità storia, è infatti alle prese con un nuovo videogame prodotto dalla WarioWare Inc. Purtroppo però non tutto sembra essere andato per il verso giusto, e un misterioso volto compare sullo schermo della console risucchiando Wario e soci al proprio interno. L’intera ciurma strampalata si ritrova quindi all’interno del videogame appena creato, con il compito di salvare i propri compagni dai bug e ritornare al mondo reale.

Scemo & più scemo

cooperativa

I minigiochi di WarioWare: Get It Together! saranno quindi il luogo delle vicende narrate nel gioco e toccherà proprio Wario, Mona, Dribble, Kat, Ana e compagnia bella il compito di portarli a termine per tornare sani salvi alla Città Diamante. Attraverso i comandi tradizionali (ottima notizia per i possessori di Switch Lite) controlleremo quindi il cast di WarioWare all’interno di nuovi ed inediti minigiochi, ancor più folli ed assurdi rispetto al passato. A complicare i già assurdi minigame ci pensano gli stessi protagonisti, ciascuno dei quali possiede al pari delle pedine degli scacchi delle movenze e degli attacchi unici e caratteristici. Prima di affrontare ciascun riquadro bisognerà comporre il proprio party di 4 personaggi, i quali verranno alternati casualmente fra di loro tra un minigame e l’altro. Se il tempo a disposizione è come sempre risicato, adesso dovrete fare i conti anche con il personaggio che dovrà affrontarli, cercando di ricordare in fretta e furia i suoi meccanismi, pena la perdita di vite. Fortunatamente, fra un minigame e l’altro avrete pochi secondi a disposizione per provare i vari personaggi e rinfrescarvi così la memoria. Naturalmente non tutti i personaggi sono adatti per qualsiasi minigame, quindi WarioWare: Get It Together! applica la logica del fail & retry per consentire al giocatore di studiare la tattica migliore per ciascuno stage. Ad esempio, Wario ha movenze simili a quelle viste nella serie di Warioland, con tanto di spallata offensiva. 18-Volt invece rimarrà fermo immobile, ma potrà sparare un disco direzionabile dalla testa. Mona sguscia per lo schermo a bordo del suo scooter ed è in grado di lanciare un boomerang controllabile dal giocatore, mentre Mike potrà fluttuare nell’aria scagliando note stonate sopra di esso con la semplice pressione del tasto A.

Come si può evincere dal titolo del gioco, l’altra grande novità di WarioWare: Get It Together! è costituita dalla possibilità di affrontare qualsiasi minigioco in cooperativa semplicemente condividendo un Joy-con con un amico/a. Ciascun giocatore controllerà infatti un diverso personaggio ed assieme collaborerete per la buona riuscita di ogni riquadro. Alcune coppie di personaggi sono state pensate appositamente per essere utilizzate da due giocatori contemporaneamente. Ad esempio Dribble e Spitz, entrambi in grado di sparare proiettili a bordo del proprio taxi-navicella, potranno sparare i colpi unicamente in una direzione o nell’altra. Utilizzati in cooperativa potranno quindi incrociare il proprio fuoco risultando più efficaci. Allo stesso modo gli attacchi di Kat e Ana, le quali balzeranno incessantemente per lo schermo, sono esattamente speculari. Un’ottima alternativa per godersi gli strampalati minigiochi presenti in WarioWare: Get It Together!, a patto di avere un amico/a nei paraggi visto che, ahinoi, le funzionalità online sono limitate alla sola classifica.

Un patchwork di follia

Nintendo

La varietà dei minigiochi è da sempre il punto di cardine della serie e WarioWare: Get It Together! non fa eccezione. Anche in questo caso la miriadi di minigame che fanno parte di questa raccolta sono un mix di genialità e pazzia concentrati nei loro pochissimi secondi di durata. Tappare nasi, ricoprire di sabbia gli escrementi di un gatto, scacciare mosche da un gabinetto oppure chiudere le tende per permettere ad un vampiro di farsi un sonnellino indisturbato sono soltanto alcune delle inusuali mansioni che dovrete portare a termine prima dell’esaurirsi della miccia che fa da timer. Ad ogni riquadro della modalità storia dovrete salvare uno specifico personaggio, non prima però di aver superato una serie di minigiochi basati su una determinata categoria, da quelli dedicati agli animali, fino a quelli sportivi o a tema cibo. Personalmente, e sono certo di non essere il solo, i preferiti sin dai tempi del primo WarioWare per GBA sono quelli di 9-Volt, ovvero quei minigame ispirati ai classici del videogame firmato Nintendo. Anche in WarioWare: Get It Together! gli amanti della grande N troveranno pane per i propri denti con citazioni a raffica ai più disparati titoli Nintendo, da Donkey Kong a Super Mario World, passando addirittura da Breath of the Wild fino alle sezioni di dating tratte da Fire Emblem: Three Houses. Insomma, ce n’è per tutti i gusti e colori.

La direzione artistica di WarioWare: Get It Together! è come sempre sopra le righe, caratterizzato da un pastiche di stili diversi che assieme compongono una cacofonia di immagini, disegni abbozzati, opere realizzate con il pongo, sprites in 2D e modelli 3D. Altrettanto cacofonica e disordinatamente geniale è la colonna sonora, il solito mix di generi musicali completamente differenti che, assieme ad effetti sonori demenziali, costituiscono il marco di fabbrica in termini audio della serie. Da segnalare la rinnovata presenza del doppiaggio in italiano di Wario e compagni, introdotto per la prima volta in WarioWare Gold per Nintendo 3DS e riproposto anche in questo capitolo per Nintendo Switch. L’inconfondibile voce roca interpretata dal leggendario Charles Martinet, lo stesso doppiatore di Mario, viene qui ottimamente reinterpretata da Francesco Rizzi, sicuramente un plus per il pubblico nostrano poco abituato ad operazioni del genere quando si tratta di personaggi storici del mondo Nintendo.

Purtroppo è bene sottolineare come anche questa volta il gioco si esaurisca nel giro di poche ore. Nonostante la complessità dei minigame accentuata anche dalla presenza dei diversi stili di gameplay dei vari personaggi, la trama principale di WarioWare: Get It Together! è completabile nel giro di un paio d’ore al massimo, al termine del quale vi rimarrà davvero ben poco altro da fare. Nonostante il taglio di prezzo rispetto allo standard di Nintendo Switch (circa 49,90€), ci si aspettava comunque qualcosina in più in termini di contenuti e modalità.

Articoli correlati

Matteo Marchetti

Matteo Marchetti

Musicista e videogiocatore incallito. Quando non è impegnato a produrre suoni orripilanti con il suo basso, lo troverete di certo a pigiare tasti sul pad per salvare un'altra principessa o per distruggere l'ennesimo boss.

Condividi