Game Experience
LIVE

Un uomo ha utilizzato un iPad Disney rubato con app VIP per saltare le file nei parchi a tema

Carletto in quel della Florida si è reso protagonista di un bel misfatto!

La crescente popolarità dei parchi a tema Disney, alimentata dalle nuove attrazioni dove è impossibile non citare Star Wars: Galaxy’s Edge, ha fatto sì che aumentassero le visite e di conseguenze spuntassero delle file chilometriche sempre più lunghe e pressanti per accedere alle varie attrattive.

Ma un uomo della Florida ha trovato una soluzione “intelligente” al problema utilizzando un’app ufficiale di Disney World che consente ai VIP di saltare le file di cui sopra, utilizzando quello che secondo la polizia si è rivelato essere nientemeno che un iPad Disney rubato.

Per gli ospiti che non volevano trascorrere la maggior parte delle loro vacanze in una lunga ed asfissiante coda senza fine, nell’ormai lontano 1999 Disney ha introdotto un servizio chiamato FastPass che permetteva agli ospiti di assicurarsi un comodo salta coda. Alla fine è stato affiancato anche da altri servizi di coda virtuali chiamati FastPass+ e MaxPass, che consentivano agli ospiti di prenotare posti sulle corse con settimane di anticipo oppure di pagare una tariffa giornaliera o annuale, facoltativa, per evitare le lunghe code dei parchi.

Il mese scorso, tuttavia, Disney ha annunciato che FastPass, FastPass+ e MaxPass sarebbero stati sostituiti con un nuovo servizio chiamato Disney Genie+ che addebita agli ospiti “$15 per biglietto al giorno a Disney World e $20 per biglietto al giorno a Disneyland” per saltare le code e salire a bordo dell’attrattiva di turno dei parchi. Però sì, dato quanto sia già costoso l’accesso ai parchi, molti fan della Casa a cui dobbiamo Topolino non hanno preso bene la necessità di sborsare ancora più soldi per evitare di fare la fila che, spesse volte, vanno avanti per ore ed ore.

Tra questi troviamo anche un uomo di 30 anni della Florida, Rennan Carletto, che è stato scoperto da un responsabile delle indagini del dipartimento Tickets and Resort Fraud del parco intento ad utilizzare ad inizio Giugno 2021 un’app ufficiale di Walt Disney World per creare prenotazioni, non autorizzate, al fine di saltare la fila presso un’attrazione dei Disney’s Hollywood Studios per un intero gruppo di tour che stava guidando.

L’app in questione viene fornita esclusivamente ai membri del cast ufficiale di Walt Disney World su dispositivi approvati, consentendo di saltare completamente le file per i VIP e per gli altri visitatori senza dover utilizzare i sistemi di coda virtuali messi a disposizione degli ospiti abituali. Quando l’investigatore ha visto Carletto e il gruppo con cui era presente nel parco saltare una delle file, ha avvisato lo staff Disney che gestisce l’attrazione di cancellare le prenotazioni e rifiutare loro l’accesso.

L’investigatore e un agente fuori servizio hanno quindi seguito Carletto al parcheggio, interrogandolo e scoprendo che stava lavorando per una società chiamata “Classe A” e che il suo capo, un altro uomo identificato solo come Tony, gli aveva dato l’iPad in questione ma che lui non aveva assolutamente idea che fosse un oggetto rubato.

Le autorità locali sono quindi state chiamate al parco e l’iPad è stato restituito all’investigatore, ma i funzionari hanno detto a un’affiliata locale della NBC che “l’investigatore ha avuto a che fare con ‘Tony’ in passato per gli stessi problemi, ma non ha potuto fornire ulteriori informazioni sull’uomo.” Non si sa come l’iPad sia stato rubato dal parco, ma a quanto pare non è mai stata segnalata la sua scomparsa, con il buon Carletto che è stato infine incolpato di violazione di domicilio dai parchi a tema Disney.

Fonte: Gizmodo

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi