Game Experience
LIVE

The Last of Us tra multiplayer stand-alone e remake del primo capitolo: emergono in rete nuove informazioni

Dei nuovi annunci di lavoro svelano nuove informazioni sui due progetti.

Da un po’ di tempo a questa parte in rete si susseguono non poche indiscrezioni riguardanti i nuovi progetti attualmente in lavorazione presso Naughty Dog, con una gran quantità di voci che vogliono il noto team di sviluppo americano essere alle prese con la realizzazione del multiplayer di The Last of Us: Parte II, diventato ormai un progetto stand alone, e con il remake del primo capitolo di The Last of Us.

Ebbene in queste ore sono spuntate in rete delle nuove importanti informazioni riguardanti i due ipotetici progetti di cui sopra, con un nuovo annuncio di lavoro che svela come il gioco multiplayer basato sul secondo capitolo di TLOU potrà contare su un sistema di microtransazioni.

Ma da dove nasce questa sicurezza? In realtà è tutto molto semplice: Naughty Dog ha pubblicato un nuovo annuncio di lavoro dove svela di essere alla ricerca di un Senior Monetization / Economy Designer per andarsi ad occupare del sistema di monetizzazione appunto del “primo gioco multiplayer autonomo dello studio“.

Questa nuova figura lavorativa sarà chiamata a gestire un’economia di gioco definita “amichevole” verso i giocatori, con l’obiettivo di andare a migliorare il sistema economico del progetto sulla lunga distanza. Ovviamente non è nota la natura di questo nuovo progetto, ma visti i tantissimi rumor delle scorse ore tutto porta verso il multiplayer stand alone della serie con protagonista Joel ed Ellie, probabilmente intitolato Factions.

L’altra novità proviene direttamente dal profilo LinkedIn di PlayStation Studios Visual Arts dove è stato pubblicato un nuovo annuncio di lavoro dedicato alla ricerca di un Technical Game Designer, con questa nuova figura lavorativa che dovrà “implementare sistemi di gameplay già esistenti in un nuovo ambiente di lavoro e migliorare script di livelli già esistenti in termini di interazione e intrattenimento, lavorando ad un sistema di combattimento corpo a corpo, combattimento dalla distanza, gestione della telecamera di gameplay, movimento del personaggio”.

E queste informazioni effettivamente si sposano molto bene con il remake del primo capitolo di The Last of Us, con l’affidabile Jason Schreier che da mesi ormai è certo dell’esistenza di questo progetto, attualmente in lavorazione presso Naughty Dog con il supporto di Visual Arts.

Fonte: Dualshockers

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi