Tom Clancy’s The Division 2, in arrivo proprio il 15 marzo, sarà acquistabile, per merito dell’accordo commerciale siglato da Ubisoft ed Epic Games, esclusivamente attraverso Epic Games Store e Uplay.

L’accordo, che da principio si credeva mirato a combattere il predominio di Steam sul mercato digitale per PC, si è invece dimostrato a creare una vera e propria esclusività. Il titolo non sarà infatti acquistabile neppure tramite altre piattaforme, come per esempio Green Man Gaming.

Non solo il gioco ma anche tutti i futuri contenuti, a cominciare dal Season Pass, saranno esclusivi delle piattaforme di vendita delle due aziende dietro le firme dell’accordo.

Ecco come Gamesplanet, una delle piattaforme escluse dalla vendita del titolo con questo accordo, ha comunicato la cosa ai suoi utenti:

“Siamo spiacenti d’annunciare che Ubisoft non permetterà a siti terzi come Gamesplanet, di vendere The Division 2 dopo la data di pubblicazione, ossia il 15 marzo. A seguire quella data, la versione digitale del titolo sarà acquistabile solo sullo store Ubisoft e su un altro store digitale”.

Nel comunicato non viene fatto il nome del misterioso “altro store digitale”, ma è chiaro che questo sia Epic Games Store. A lasciare con l’amaro in bocca i rivenditori è il fatto che da principio si pensava esclusivamente a un accordo mirato a escludere la piattaforma di Valve, mentre ora si trovano tagliati fuori tutti i retailer digitali di terze parti.

Commenti