Game Experience
LIVE

Starfield ‘sarà come Skyrim nello spazio’, afferma Todd Howard

Todd Howard svela alcuni dettagli sull'universo di Starfield.

Dopo aver fatto trapelare il trailer di Starfield in anticipo, il Washington Post ha rilasciato un’intervista a Todd Howard di Bethesda, offrendo maggiori dettagli su ciò che i giocatori possono aspettarsi dal loro misterioso nuovo gioco.

“È come Skyrim nello spazio”, ha detto il produttore esecutivo Howard, il che dovrebbe dare immediatamente un’idea di cosa dovremmo aspettarci. I giocatori si uniranno a un’organizzazione chiamata Constellation, che è una fazione di esploratori spaziali. I giocatori imposteranno le caratteristiche del loro personaggio, con una personalizzazione simile a Skyrim come ci si potrebbe aspettare da un titolo Bethesda.

Bethesda descrive Starfield come un’esperienza simile a quella di “Han Solo”. “Sali su una nave, esplora la galassia, fai cose divertenti”, ha spiegato Ashley Cheng di Bethesda, che dice anche che l’universo di Starfield potrebbe diventare grande quanto Star Wars in termini di ampiezza e tradizione.

Bethesda ha ammesso di aver avuto qualche problema a definire lo stile artistico del gioco, ma alla fine ha optato per il termine “NASA punk” per l’identità del gioco, creato da Istvan Pely. Sembra che Bethesda stia prestando un’attenzione ai dettagli simile a Star Wars per il suo progetto, con navi spaziali e ambienti che sembrano “vissuti”.

Bethesda rivela che Starfield si trova a 300 anni nel futuro, che non è davvero troppo lontano rispetto ad alcune altre opere sci-fi rilasciate. La tecnologia sembra in una certa misura familiare, anche se con una svolta nell’era spaziale. Bethesda sta costruendo un’intera libreria interna dedicata all’espansione e alla registrazione della tradizione di Starfield, dettagliando varie fazioni, robot, schemi tecnologici e molto altro ancora. Sembra che sarà ricco come Fallout e The Elder Scrolls per ampiezza e consistenza della tradizione, che è qualcosa che c’è comunque da aspettarsi dal principale studio di Bethesda. Starfield sfrutterà anche una versione del Creation Engine di nuova generazione, soprannominata Creation 2, che dovrebbe aiutare Bethesda a eludere alcune delle stranezze dei suoi giochi passati.

“Sembrerà un cliché, ma lo dico sul serio. Quando guardi in alto nel cielo, c’è questa spinta a sapere, cosa c’è là fuori? Siamo soli? Quali sono le origini dello spazio e del tempo e tutte quelle cose, quale ruolo ha la religione in alcune di queste cose? Quindi, entriamo in alcune grandi domande. Penso che un gioco come questo sia un buon posto per farlo. Ci sono anche film e libri che lo hanno fatto, ma non abbiamo mai visto un gioco farlo in questo modo. E vedremo quanto successo avremo”.

STARFIELD

Todd Howard afferma che Starfield si tufferà in argomenti profondi che spesso accompagnano il genere dell’opera spaziale, esplorando la spiritualità e il ruolo dell’umanità in un vasto cosmo insensibile. Starfield verrà rilasciato esattamente 11 anni dopo Skyrim, l’11 novembre 2022, in esclusiva console Xbox Series X|S e per PC. Il gioco sarà inoltre incluso dal lancio su Xbox Game Pass.

Articoli correlati

Daniele Franco

Daniele Franco

Videogiocatore incallito, fin da piccolo, appassionato di qualsiasi genere, ma in particolare GDR ed Action Adventure. Gioco principalmente sulla piattaforma verde, ma amo e rispetto tutte le piattaforme e tutti i giocatori, le tifoserie non fanno per me, giocate e divertitevi, quello è l'importante.

Condividi