PC

Star Citizen ha ottenuto un nuovo budget, superato il record dello scorso anno

Star Citizen non ha ancora una data di lancio, ormai è in sviluppo da ben 8 anni e la beta della componente sigle player chiamata Squadron 42 è stata rinviata a data da destinarsi.

Star Citizen, l’ambizioso progetto del simulatore spaziale curato dal team di Cloud Imperium ha recentemente superato il proprio record dal punto di vista del budget, grazie anche alla campagna di Crowdfunding.

Dettagliatamente, stando alle informazioni condivise dalla casa di sviluppo, il progetto ha raggiunto il budget di ben 350 milioni di dollari, surclassando il record dello scorso anno, cioè i 300 milioni nel giugno del 2020.

Sempre riferendoci al comunicato degli sviluppatori, una grande parte di quella somma proviene dalla campagna di Crowdfunding, oltretutto anche dagli acquisti nel gioco, che nel titolo danno la possibilità agli utenti di comprare con i soldi reali una serie di oggetti e articoli disponibili, anche dei pacchetti per agevolare leggermente l’inizio della propria avventura.

Segnaliamo inoltre che l’azienda Cloud Imperium ha pubblicato un nuovo video che mostra tutti i progressi di sviluppo del simulatore spaziale Star Citizen, caratterizzato da nuove ambientazioni, funzionalità ed una crescita generale dei giocatori.

star citizen

Ci teniamo a ricordarvi che Star Citizen non ha ancora una data di lancio, ormai è in sviluppo da ben 8 anni e la beta della componente sigle player chiamata Squadron 42 è stata rinviata a data da destinarsi. Detto ciò, non ci resta che attendere la rivelazione di una nuova finestra di lancio, quindi vi suggeriamo di stare sempre sintonizzati sul sito.

Il prodotto sarà rappresentato da due modalità, ovvero Star Citizen, un universo persistente nel quale i videogiocatori saranno liberi di esplorare, commerciare e combattere con centinaia di migliaia di utenti in tutto il mondo su un unico server centrale, e Squadron 42, cioè la campagna per giocatore singolo con un multigiocatore “limitato”, caratterizzata da una trama e un finale annesso. La pre-produzione del gioco è iniziata nel 2010, con l’inizio effettivo nel 2011, nel corso degli anni il progetto è mutato diverse volte, proponendo agli appassionati del genere che hanno sostenuto economicamente lo sviluppo di prendere parte a delle invredibili esperienze spaziali. Il gioco supporterà l’Oculus Rift.