NOTIZIE

Square Enix rivela alcuni dettagli sulla separazione di IO Interactive e l’IP di Hitman

Di qualche mese fa è la vicenda riguardante la separazione di IO Interactive da Square Enix per volere di quest’ultima, intenta nel cercare di potenziare altre IP della compagnia, tentando di salvare comunque il brand di Hitman.

In un’intervista recente con Games Industry, il CEO di Square Enix Yosuke Matsuda ha voluto condividere ulteriori dettagli sull’accaduto. Vediamo qui sotto le sue dichiarazioni.

“Quello che faccio sempre è guardare le cose dalla prospettiva dei costi di sviluppo e di quello che si ricava alla distribuzione, ma nel caso di Hitman, avevamo numerose aspettative il cui equilibrio non è stato raggiunto sufficientemente.”

E’ chiaro così che uno di questi obiettivi non raggiunti siano proprio le vendite e i conseguenti ricavi. Inoltre, il presidente della compagnia giapponese ha condiviso ulteriori motivi per cui l’IP di Hitman è rimasta in mano allo studio di sviluppo ormai indipendente IO Interactive anche dopo la separazione.

“Credo che Hitman non sarebbe veramente Hitman se non fosse sviluppato da IO Interactive.”

Insomma, mentre era precedentemente prevista la vendita dello studio di sviluppo si è optato infine per una separazione, anche se IO Interactive ha dovuto affrontare diversi licenziamenti oltre che dare a Square Enix le proprietà su Kane & Lynch e Mini Ninjas come merce di scambio.

Hitman è disponibile all’acquisto per le piattaforme PC Microsoft Windows, macOS, Linux, PlayStation 4 e Xbox One con supporto alle console di metà generazione PlayStation 4 Pro e Xbox One X.

Voi cosa ne pensate di tutta questa faccenda?

Per restare aggiornati su ogni novità del mondo videoludico e non, continuate a seguire il sito web di Game-eXperience e i nostri canali social.