Game Experience
LIVE

Splinter Cell, il remake avrà una storia aggiornata “per un pubblico moderno”

Il gioco potrà contare su una storia giornata, così da accontentare il pubblico moderno.

Come segnalato prontamente da PSU, il team di sviluppo Ubisoft Toronto è attualmente alla ricerca di un nuovo sceneggiatore così da aggiornare la storia del remake di Splinter Cell, cercando in questo modo di adattarla “per un pubblico moderno“.

Il Remake di Splinter Cell potrà contare su una storia aggiornata, al passo con i tempi

Ovviamente non è chiaro quali saranno le novità che il publisher francese intende apportare con questa nuova versione del gioco, ma è lecito attendersi dei cambiamenti anche piuttosto corposi, con delle sequenze totalmente inedite volte ad arricchire il canovaccio narrativo del progetto.

Ed in attesa di avere ulteriori informazioni in merito, ricordiamo come Ubisoft abbia ufficialmente annunciato lo sviluppo del remake di Splinter Cell durante lo scorso mese di dicembre, portando così nuovamente sul mercato il gioco d’azione stealth che è stato rilasciato per la prima volta nel 2002 come esclusiva Xbox.

In quell’occasione Ubisoft ha confermato come il gioco sia costruito con il motore Snowdrop, motore grafico di The Division, Avatar: Frontiers of Pandora ed anche del prossimo gioco di Star Wars del publisher francese, “per offrire grafica e gameplay di nuova generazione, illuminazione ed ombre dinamiche per cui la serie è nota”.

La storia del gioco è incentrata sul protagonista Sam Fisher, un agente operativo del braccio segreto della US National Security Agency, Third Echelon. Il lavoro sotto copertura di Fisher lo vede incaricato di aiutare a mantenere l’ordine mondiale, mentre il terrorismo informatico e le tensioni internazionali minacciano di far esplodere una nuova Guerra Mondiale.

Splinter Cell
Fonte: VGC

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi