Rumor | Destiny 2: lo sviluppo è durato soltanto pochi mesi?

I tempi di sviluppo sono stati davvero così brevi?

Lo scorso 6 settembre 2017 Bungie ha pubblicato Destiny 2, atteso nuovo capitolo che non ha convinto pienamente gli utenti che lo hanno acquistato.

Ebbene nelle scorse ore un giornalista di Kotaku, Jason Schreier, ha rivelato che lo sviluppo del titolo è durato in pratica appena 16 mesi.

Ma come mai è avvenuto tutto ciò? Secondo Schreier lo sviluppo è stato interrotto ad aprile 2016 dai piani alti di Bungie, con il lead designer sostituito da Luke Smith, responsabile dell’espansione del primo capitolo Il Re dei Corrotti.

Eccovi le parole dell’uomo:

“C’è stato un grande reboot di Destiny 2 ad un certo punto all’inizio del 2016
Se ci pensate, non hanno avuto davvero tutto questo tempo per lavorare sul gioco. C’è stato un periodo di 16 mesi tra il reboot e quando il gioco è uscito effettivamente”.

Ovviamente a causa dei tempi ristretti sarebbero stati eliminati nuovi pianeti esplorabili, alcuni personaggi presenti nel primo capitolo, nuove missioni, armi ed altro ancora.

Per fare un confronto con il primo capitolo di Destiny vi basti sapere che, tenendo a mente anche la pre-produzione, sono stati impiegati circa 5 anni.

Il podcast è presente in alto nell’articolo.

Per i guardiani che se lo fossero dimenticato l’Espansione I: La Maledizione di Osiride è disponibile dal 05 Dicembre, ed offre una nuova storia ed attività secondarienuove attività Raid, il livello del personaggio sale a 25 mentre il livello di potenza è stato portato a 330 (335 con l’utilizzo delle mod).

L’espansione aggiunge un nuovo capitolo al mondo di gioco, immergendo i giocatori nel bel mezzo di una grande storia cinematografica con nuovi personaggi ed una nuova destinazione, Mercurio, il tutto arricchito da un nuovo spazio social: il Faro.

La storia inizia dopo la conclusione della campagna di Destiny 2. Ikora chiede ai giocatori di trovare Osiris, il più grande stregone nonché suo mentore.

Ad accompagnare i giocatori c’è Fratello Vance, vendor delle Prove di Osiride del primo capitolo, che indicherà la via per raggiungere la Foresta Infinita, una realtà simulata controllata dai Vex.

Il faro ha molti misteri che dovrete scovare, ma non è presente il calcio.

Eccovi la descrizione ufficiale dell’espansione:

“Destiny 2 – Espansione I: La Maledizione di Osiride è il prosieguo del viaggio del tuo guardiano. Vivi nuove missioni e avventure nello scenario inedito di Mercurio. Viaggia attraverso spazio e tempo per scoprire i segreti di Osiride, evita l’avverarsi di un fosco futuro e ricostruisci i legami tra la leggendaria strega e la sua studentessa migliore: Ikora Rey.”

Caratteristiche:

  • Esplora Mercurio e la sua misteriosa Foresta Infinita
  • Nuove avventure e missioni della storia
  • Armi, armature ed equipaggiamento a tema del tutto nuovi
  • Nuove attività cooperative
  • Nuove arene multigiocatore
  • E molto altro…

Vi ricordiamo infine che Destiny 2 è acquistabile dallo scorso 6 settembre su PlayStation 4, Xbox One, mentre il turno della versione PC stato il 24 ottobre.

Commenti