La vita degli sviluppatori indipendenti si sa non è semplice, quindi la storia di Eric Krutten e Alexander Luck dello studio di sviluppo Flow Fire Games è purtroppo molto simile a tante altre. Nell’estate del 2016 i due ragazzi tentarono di promuovere e foraggiare il loro gioco chiamato SYNTHETIK su Kickstarter, ma a causa dell’elevato numero di progetti presenti, il titolo abbandonò il sito dopo appena un mese. Fortunatamente, il gioco è presente su Steam, quindi è evidente che non è andato tutto storto eliminando così la maledizione dei giochi indie senza finanziamento.  Con una community attiva su Discord, infatti, gli sviluppatori hanno continuato a perfezionare il gioco, eliminando le problematiche in fase di accesso anticipato. La tenacia degli sviluppatori, inutile dire è solo un bene visto che SYNTHETIK è un gioco completo e divertente, è un ottimo esempio di come i giochi roguelite dovrebbero essere fatti, e dopo l’espansione-Legion Rising- rilasciata il 3 ottobre si è arricchito anche di nuovi contenuti.

 

Obiettivo: sparare

SYNTHETIK è uno shooter roguelite con visuale isometrica ambientato in un mondo dal paesaggio futuristico invaso dagli automi. Queste sono le premesse del gioco e questo è tutto quello che serve sapere sulla trama. Potremmo parlare di una ribellione che ha messo in subbuglio la Terra, ma nel gioco si accenna appena e durante il gameplay non se ne fa mai riferimento perché in SYNTHETIK c’è un unico obiettivo: sparare.

Senza perdersi in chiacchiere, il gioco ti fa scegliere una delle otto classi disponibili, e dopo un breve tutorial vieni subito gettato nella mischia. Sin dai primi minuti è chiaro che SYNTHETIK è un gioco complesso. Molti staranno pensando: è uno sparatutto, quanto può essere difficile? Il gioco sviluppato dai ragazzi di Flow Fire Games è complesso da padroneggiare poiché tutte le sue meccaniche, comprese quelle base come tiro e ricarica, sono simili a una simulazione. Tutto quindi deve essere considerato e calibrato al millimetro considerato che basta un passo falso e dovremo ricominciare. In SYNTHETIK dovremo procedere stanza per stanza, cercando sempre l’uscita, tenendo però sempre in considerazione che il combattimento è veloce e brutale: verremo attaccati da orde di nemici, avremo a disposizione una sola vita e prendere familiarità con i vari livelli è inutile dato che verranno generati proceduralmente. Nel gioco valgono le stesse regole degli shooter classici: rimanere fermi significa avere più probabilità di colpire l’avversario, tuttavia SYNTHETIK è progettato in modo tale che i giocatori si trovino raramente in scenari in cui possono permettersi di rimanere immobili.

Gli avversari sono tanti, aggressivi, intelligenti e mortali, quindi è necessario adattarsi sia allo scenario che ai modelli di attacco nemico. Il modo più efficace per sconfiggere i nemici è (come in un qualsiasi shooter) colpirli alla testa, ma non sarà semplice non solo perché capire la traiettoria giusta inizialmente sarà quasi impossibile, ma anche perché l’arma può incepparsi in qualsiasi momento e anche nelle fasi più concitate dovremo essere sempre attenti alla ricarica. Dovremo infatti premere il tasto E per espellere il caricatore (e tutte le munizioni ancora in esso saranno perse) e poi R per ricaricare. A quel punto una barra apparirà vicino al nostro personaggio, e se avremo premuto il tasto in tempo otterremo un tempo di ricarica ridotto e anche altri bonus in base alla nostra classe scelta.

Elementi da RPG

L’unico modo che abbiamo per sopravvivere è potenziare il più possibile il nostro personaggio e SYNTHETIK offre molti elementi da RPG. Innanzitutto, come detto in precedenza, potremo scegliere una delle otto classi di personaggi a disposizione con statistiche variabili, e in ognuna potremo scegliere tre abilità di partenza, una pistola e tre oggetti iniziali.

Questa è solo la base, perché man mano che andremo avanti nel gioco, raggiunto gli obiettivi e aumentato il punteggio, otterremo una serie di pacchetti bonus che potenzieranno considerevolmente il nostro personaggio, ma non solo: potremo anche, a caro prezzo, acquistarli. L’unico modo che avremo per sviluppare tutto il potenziale del nostro personaggio è giocare tanto, esplorare in lungo e largo i vari livelli in cerca di collezionabili e ottenere così delle migliorie aggiuntive: il livello di personalizzazione in SYNTHETIK è molto alto.

Uno shooter però è nulla senza un’arma e in SYNTHETIK il numero di bocche da fuoco presenti è impressionante. Nel gioco sono presenti oltre 60 armi diverse, ognuna con 20 possibili varianti (rare da trovare) che possono modificare leggermente o drasticamente le statistiche dell’arma o persino produrre effetti speciali. Inoltre ogni arma può essere equipaggiata con un massimo di quattro o più di 20 possibili attacchi, aggiungendo ancora più versatilità. Oltre alle pistole, puoi anche accedere a dozzine di oggetti come per esempio le trappole. Anche le munizioni a livello di varietà non sono da meno: quasi tutti i tipi di armi possono passare da un tipo di munizione all’altro, ognuno con i suoi effetti unici. Queste munizioni “speciali” svolgono un ruolo importante visto che potrebbero cambiare completamente l’efficacia delle tue armi in qualsiasi situazione. Indipendentemente dalla scelta, i feeling con le armi è eccellente, derivato soprattutto dal sonoro. Sia i colpi regolari che quelli critici forniscono ai giocatori un feedback sonoro gratificante: più alto è il danno, più intenso e persistente questi diventa.

Futuristico retrò

 

Lo stile grafico di SYNTHETIK è piuttosto piacevole. È lineare, pulito e di ispirazione retrò, tutto è curato nel dettaglio, dai nemici agli effetti visivi. L’unica nota dolente è il frame rate, con bruschi cali che fanno inevitabilmente perdere un po’ di ritmo al gioco.

Nonostante qualche piccolo difetto, SYNTHETIK è un gioco appagante poiché comporta una progressione del personaggio profonda, lunga e soddisfacente attraverso otto classi, una tonnellata di armi e oggetti, sistemi di aggiornamento. Un ottimo gioco che potrà sorprendervi e riportarvi un po’ nel passato.

 

 

 

PRO

  • Difficoltà crescente
  • Classi ben definite
  • Ottimo sviluppo del personaggio

CONTRO

  • Bruschi cali di frame rate
  • Ambienti di gioco ripetitivi

Versione provata: PC

Voto: 8

Commenti