ARTICOLI

Recensione | Snipperclips – Diamoci un taglio!

È difficile parlare dei giochi della line up di lancio di Nintendo Switch: nonostante le critiche al parco titoli scarno e privo di un considerevole numero di titoli di rilievo, quel macigno chiamato Breath of the Wild, dimostratasi una vera killer app per Switch nonostante il suo rilascio anche su Wii U, non ha fatto che far perdere interesse per tutti i restanti giochi, più o meno validi che hanno affiancato il nuovo capitolo di The Legend of Zelda durante il lancio della console Nintendo. Tuttavia se da una parte Breath of the Wild si dimostra un gioco solido ma che non è in grado di mettere in risalto le caratteristiche peculiari di Switch come spesso accade con i primi titoli in uscita per ciascuna piattaforma, dall’altro lato 1-2 Switch (che avrebbe dovuto essere il Wii Sport di questa generazione) non riesce ad avere l’appeal necessario ad invogliare l’utenza al suo acquisto, anche a causa di un prezzo di lancio non proprio abbordabile. I due titoli hanno così levato spazio ad un altro gioco in esclusiva per Nintendo Switch, puzzle game con una spiccata anima co-op distribuito unicamente in digitale su eShop: nella nostra recensione vi spiegheremo perché si tratta di un acquisto obbligato per tutti i possessori della nuova console della casa di Kyoto.

Questo è un Art Attack!

SnipperclipsSenza troppi fronzoli Snipperclips ci butta subito all’interno del gioco con un breve tutorial pensato per permetterci di intuire i comandi e lo scopo del gioco: interpreteremo una delle due figure bidimensionali protagoniste del gioco il cui corpo è formato da una figura geometrica composta da un quadrato ed un semicerchio. Tale figura potrà spostarsi nello spazio e compiere piccoli salti, oltre a sovrapporsi al suo compagno di avventure per poter “tagliare” da esso l’area sovrapposta. Il gioco è suddiviso in diversi schemi puzzle completabili in pochi minuti una volta intuito ciò che dovremo fare per risolverli, rendendolo un titolo perfetto per poterne usufruire sfruttando la modalità tablet della console grazie al (precario) stand della console. La risoluzione di ciascun puzzle non è solo legata al capire quale logica si nasconda dietro all’enigma, ma anche alla sua esecuzione e qui emerge l’aspetto coop del titolo: nella maggior parte dei casi il titolo richiederà la cooperazione fra le due figure in quanto è impossibile arrivare alla soluzione del puzzle individualmente. Fortunatamente Switch ha già tutto quello che serve per giocare: ciascuno dei due Joy-Con connessi alla console potrà essere utilizzato come controller da uno dei due giocatori, rendendo il titolo immediatamente fruibile senza dover acquistare nessun altro accessorio, al massimo sarà necessario riuscire a procurarsi un amico: con la levetta potremo muovere il personaggio, con i due tasti dorsali lo ruoteremo mentre con i tasti azione potremo saltare, “affettare” il nostro compagno e ricomporci o annullare un taglio subito. SnipperclipsLe soluzioni agli enigmi proposti sono relativi al far assumere ad almeno uno dei personaggi una forma particolare che diventi la chiave risolutiva, sia che si tratti di dover trasportare delle fragili uova da un ponto all’altro dello schermo che si debba ritagliare un pezzo di carta in maniera precisa. Esiste anche una modalità che supporta fino a quattro giocatori, con enigmi più complessi nella loro esecuzione basati però sulle stesse logiche di quelli presenti nella modalità principale: in questo caso bisognerà munirsi di due amici aggiuntivi di cui uno possessore di Switch oppure acquistare una coppia di joy-Con aggiuntiva e non è un caso che Nintendo abbia commercializzato una versione dei suoi nuovi controller contenente un codice download di Snipperclips ad un prezzo scontato. Graficamente il gioco si presenta sotto un profilo colorato e ricco di dettagli, oltre che molto ispirato e piacevole alla vista, inoltre la grafica bidimensionale rende il tutto piuttosto leggero e privo di problemi tecnici o glitch grafici, bello da vedere sia in modalità tablet che attaccato al dock e connesso alla TV. Le musiche sono tutte molto piacevoli da ascoltare, allegre e spensierate anche se non particolarmente indimenticabili. Qualche difetto del gioco durante la nostra prova è emerso, ma più che altro sono problemi relativi al nostro approccio con il gioco: in primis il gioco permette di essere affrontato anche in una modalità ad un giocatore, dove tramite la pressione di un tasto switcheremo da un personaggio all’altro ma ciò annulla gran parte del divertimento oltre a modificare quello che è il concept stesso del gioco. In maniera similare il titolo permette di affrontare la modalità a 4 giocatori in 2, ma anche in questo caso vale lo stesso discorso appena fatto. Un altro difetto del gioco riguarda la non grande varietà di enigmi e situazioni proposte, dove l’aumentare della difficoltà è dovuto non tanto dall’inserimento di nuovi elementi quanto ad un’esecuzione della soluzione più difficile: tale curva di apprendimento solo fittizia potrebbe portare quindi il giocatore più navigato ad affrontare in maniera rapida le varie situazioni proposte, andando a minare la già esigua longevità del titolo.

Pro

  • Immediato e divertente
  • Sfrutta perfettamente i due Joy-Con di Switch
  • Stile grafico spensierato e colorato

Contro

  • Poca varietà nelle situazioni proposte
  • In single player perde velocemente di interesse
  • Breve

Voto: 8