Plantronics ha sempre sviluppato hardware di ottima qualità che puntassero sempre più alla sostanza piuttosto che l’apparenza. Questa filosofia di business si rivela perfetta per tutti quei giocatori che sono interessati principalmente al risultato e alle prestazioni delle periferiche che acquistano, e Plantronics questo lo sa benissimo. Le Plantronics RIG 700HX sono l’ultimo dispositivo wireless arrivato nel mondo delle cuffie da gaming su PC e Xbox e che abbiamo testato in questi giorni, rimanendo piacevolmente colpiti da come l’azienda stia puntando tutto sull’essenzialità di alta qualità.

La prima cosa che si nota delle Plantronics RIG 700HX è il loro peso incredibilmente leggero per delle cuffie di questa portata, complice l’archetto di plastica che collega i due padiglioni, molto leggero e flessibile. L’archetto ha infatti una flessibilità fuori dal comune e si rende praticamente impossibile da rompere, nonostante tutti le nostre prove. È possibile estenderlo fino a renderlo praticamente orizzontale, e tornerò comunque nella posizione originale. Un eccellente feature, soprattutto per chi ha paura di urti o altri traumi esterni, che non fa che aumentare la vita media del dispositivo. L’archetto è anche regolabile ovviamente per adattarsi a tutti, ma sfrutta un sistema a incastro a bottone, cosa che lo rende leggermente scomodo. I padiglioni invece sono un ottimo compromesso tra leggerezza e comfort, non essendo enormi ma risultano comunque estremamente comodi, soprattutto per le lunghe sessioni.

Anche il microfono removibile è anche estremante comodo. Non parliamo ovviamente del top di gamma, ma fa egregiamente il suo lavoro ed è notevole l’inserimento di pulsanti di controllo sul padiglione sinistro, con i quali potremmo controllare volume, mutare e selezionare fino a tre profili differenti. I pulsanti sono facilmente accessibili e riconoscibili, cosa importantissima per le sessioni di gaming più concitate. Le Plantronics RIG 700HX sono ottime anche dal punto di vista della durata della batteria prima della ricarica, con 15 ore di autonomia. L’uscita adottata è una classica USB, che va benissimo per i dispositivi ai quali è dirottata, ma un adattatore jack da 3.5mm sarebbe stato perfetto per poterle sfruttare anche con il telefono o per la musica. Poco male comunque, dato che si rivolgono esclusivamente al settore gaming.

Non ci sono lamentele anche sulla qualità audio totale delle Plantronics RIG 700HX, con alti e bassi perfettamente distinguibili e una pulizia del suono eccellente, garantendo un’ottima immersività globale. I bassi soprattutto risultano estremamente soddisfacenti. Il volume massimo raggiungibile non è il top di categoria, ma per giocatori normali non dovrebbe esserci alcun problema. L’essenzialità delle Plantronics RIG 700HX è riscontrabile anche nella mancanza di un software dedicato alla configurazione audio su PC, dato che effettivamente tutto quello che serve è già all’interno della periferica. Essenziale anche il prezzo, sui 129,99 €, un costo leggermente inferiore alla media delle cuffie simili, traguardo raggiunto anche riducendo all’osso tutti gli orpelli aggiuntivi.

PRO:

  • Prezzo abbordabile
  • 15 ore di autonomia
  • Buona qualità audio
  • Praticamente indistruttibili e leggerissime
  • Comode nonostante tutto

CONTRO:

  • Nessuna app di personalizzazione
  • Solo uscita USB

Trovate le modalità di acquisto presso il sito ufficiale al seguente link.

Commenti