Si ritorna, come oramai avviene ogni anno, a parlare dell’annuale tappa italiana dello showcase di ID@Xbox 2018, tenutasi lo scorso 4 luglio presso la Microsoft House di viale Pasubio, a Milano.

Per chi non lo sapesse ID@Xbox è un programma attraverso il quale gli sviluppatori di qualsiasi dimensione hanno modo di provare a lanciare i propri titoli sul mercato Xbox Windows 10. In tale occasione sono stati presentati alla stampa alcuni attesissimi titoli indipendenti e non, che abbiamo avuto modo di provare affiancati dagli sviluppatori e rappresentanti degli studi.

 

Microsoft ha colto l’occasione per annunciare alla stampa quanto conseguito fino a oggi: Ha dichiarato come il programma abbia generato fino a oggi introiti per un miliardo di dollari, arrivando quasi a raddoppiare gli incassi registrati fino all’anno scorso grazie agli oltre 800 titoli sviluppati da 477 studi di sviluppo e ora disponibili su Xbox One Windows 10 per mezzo di Xbox Live. Il progetto inoltre sembra destinato a crescere esponenzialmente, contando al momento oltre mille titoli in sviluppo grazie agli oltre 2800 dev kits di Xbox One distribuiti. L’utenza ha inoltre dimostrato l’apprezzamento ai titoli del programma dedicandogli la più preziosa delle risorse, il tempo: i titoli ID@Xbox hanno infatti registrato fino a oggi oltre quattro miliardi di ore di gioco, equivalenti a oltre 450.000 anni. Cifre che fanno sicuramente la loro porca figura e non possono che lasciare impressionati.

Ma passiamo ora a parlare dei titoli presenti all’evento. Ben 12 giochi provenienti da tutta Europa sono stati messi in mostra, e sono:

  • Below:

Titolo in sviluppo presso Capybara Games, che farà anche da publisher al suo titolo. Si tratta di un roguelike d’azione e avventura con elementi survival, quale la necessità di nutrirsi e dissetarsi e la possibilità di dedicarsi al crafting, il tutto giocato con una visuale a volo d’uccello che getta il giocatore nei panni d’un piccolo guerriero impegnato nell’esplorazione d’un isola remota. Il gioco promette un elevato livello di sfida e includerà la famigerata meccanica della morte permanente, vale a dire che se verrete uccisi si perderanno tutte le risorse guadagnate, recuperabili tuttavia raggiungendo il luogo ove si è stati sconfitti. I livelli inoltre muteranno la propria conformazione a ogni nuovo inizio.

Il titolo dovrebbe includere una meccanica multiplayer di cui attualmente non si sa nulla. Below è atteso in una data da precisare di questo 2018 e uscirà esclusivamente su Xbox One Windows 10.

  • Tunic:

Il titolo, che in origine doveva chiamarsi Secret Legend, è stato sviluppato da un solo uomo canadese, tale Andrew Shouldice, e sarà pubblicato da Finji. Trattasi d’un titolo d’azione e avventura con visuale isometrica nel quale ci caleremo nei panni (o meglio nella pelliccia) di una simpatica volpe antropomorfizzata. Nelle fasi di combattimento sarà possibile optare per una visuale a volo d’uccello. Il gioco è chiaramente ispirato nella struttura alla celebre saga The Legend of Zelda.

Tunic non ha ancora una finestra d’uscita ma sappiamo che approderà su Xbox One e piattaforme Windows 10.

  • Close to the Sun:

Eccoci al momento di parlare del primo titolo made in Italy a cui abbiamo potuto dare un occhiata. Close to the Sun, sviluppato dagli abili ragazzi di Storm in a Teacup, è un titolo horror in prima persona nel quale la narrazione, la trama e l’ambientazione fanno da padroni. Dai toni palesemente steam-punk, il titolo ci proietta in un mondo alternativo nel quale il celebre inventore Nicola Tesla ha “vinto”. Un mondo dunque plasmato dal suo genio e dalle sue invenzioni. Ci troviamo all’inizio del secolo scorso e vestiamo i panni di Rose Archer, preoccupata per la sorella Ada e alla sua ricerca a bordo di una gigantesca nave frutto del genio di Tesla, suo luogo di lavoro.

Il titolo ci imporrà di cavarcela nelle situazioni a venire facendo leva esclusivamente sul nostro ingegno: infatti non sarà disponibile alcun tipo di arma a cui affidare la nostra incolumità.

Il titolo sarà rilasciato nei primi mesi del 2019 per Xbox One, Windows 10 Playstation 4.

  • Super Cane Magic ZERO:

Altro titolo italiano, questa volta di caratura ben diversa, è Super Cane Magic ZERO, un gdr d’azione fortemente comico scritto e sviluppato dal celebre fumettista Sio con l’appoggio dei ragazzi di Studio Evil. Il gioco include una modalità storia giocabile in modalità cooperativa locale per un massimo di 4 giocatori e una modalità PvP Arena sempre per il multiplayer in locale.

Il titolo è già disponibile in versione ad accesso anticipato per PC tramite la piattaforma Steam e Humble Bundle ma arriverà entro la fine dell’anno anche su tutte le altre piattaforme sul mercato

Die Young:

Altro titolo italiano, di stampo survival horror, sviluppato e prodotto da IndieGala, Die Young ci calerà negli attillati e succinti abiti d’una giovane ragazza viziata e ricca dedita a una vita dissoluta fatta di feste, locali esclusivi, alcol, droga e macchine sportive. Una ragazza come molte che vive per sperimentare l’estremo. Per esagerare. Il problema dell’esagerare è che prima o poi ci si abitua e, in seguito, per provare qualcosa si dovrà esagerare ancora di più. E poi ancora, e ancora.

Arrivata al limite delle esagerazioni, la ragazza, oramai insensibile a qualsiasi stimolo, decide dunque di radunare i suoi migliori amici in una sperduta isola del mare Mediterraneo, lungo le coste della Turchia, dove cercare quello svago che oramai non le riesce più di provare. Purtroppo per lei, quella che appariva come una misteriosa e tranquilla isola si dimostrerà essere un vero e proprio inferno.

Il titolo presenta diverse meccaniche survival, come la necessità di nutrirsi e dissetarsi. Inoltre è presente un sistema di arrampicate che permetterà alla nostra dissoluta protagonista, abile scalatrice, di scalare e discendere molte delle strutture presenti nel mondo di gioco allo scopo di orientarsi alla disperata ricerca d’una via d’uscita, aiutata da una sgualcita e misteriosa mappa. La narrazione del gioco si basa su dei punti salienti lineari, ma offre al giocatore un mondo aperto cosi da permettere di dedicarsi a missioni secondarie che approfondiscono l’ambientazione e rendono più chiara la trama.

Il gioco è disponibile in versione ad accesso anticipato su PC ma arriverà ben presto anche su Xbox One.

  • Remothered: Tormented Father:

Uno dei titoli già piuttosto noti vista la sua attuale disponibilità su PC presenti all’evento: sviluppato da Stormind Games è un survival horror, erede spirituale della celebre serie nipponica Clock Tower, nei quali vestiremo i panni di una giornalista penetrata in una antica e fatiscente villa per indagare sulla scomparsa d’una giovane donna. Ovviamente le cose si dimostreranno ben presto più pericolose del previsto, e per progredire nell’indagine saremo costretti a fuggire e nasconderci da un anziano armato di falce che si aggira per l’edificio.

Il titolo, già disponibile su PC, sarà rilasciato su Xbox One e Playstation 4 il prossimo 25 luglio 2018.

  • All Star Fruit Racing:

Chiudiamo questa parentesi dedicata ai titoli italiani parlando del colorato e vivace racing game di 3DClouds, titolo chiaramente ispirato alla serie Mario Kart ma che si discosta da esso grazie a una meccanica più profonda e strategica che ci permetterà di conservare e miscelare i potenziamenti raccolti lungo i tracciati (sotto forma di frutti) per crearne di nuovi dai più disparati effetti.

I tracciati sono tutti ispirati ai vari frutti e alle stagioni che li caratterizzano e offre un cast di piloti completamente al femminile.

Il titolo è già disponibile su PC ma sarà rilasciato nel corso di questo mese anche su Xbox One, Playstation 4Nintendo Switch.

  • DayZ:

Bohemia Interactive è giunta invece all’evento con ben due titoli, e il primo di cui vi parleremo è la versione standalone della celebre mod di Arma II. Il titolo comincia già a prendere una forma autonoma e ben definita, e nella versione completa includerà la possibilità di costruire dei rifugi basilari e fortificare alla bene e meglio i palazzi in rovina già presenti nel mondo di gioco.

Ancora molto lavoro va svolto per limare diversi punti dolenti del titolo, e infatti ancora manca una data di rilascio.

  • Vigor:

Secondo titolo presentato da Bohemia interactive, trattasi di un survival multiplayer in terza persona per 8-16 giocatori che ci catapulterà in una Norvegia devastata dalla guerra nucleare nel 1991, nostro scopo sarà quello di sopravvivere agli altri giocatori sfruttando ciò che il mondo di gioco avrà da offrirci.

Il titolo sarà reso disponibile nel corso dell’estate su dispositivi Windows 10Xbox One da principio in un formato a pagamento denominato Pemium Founder’s Pack, ma nel 2019 sarà tramutato in un regolare free-to-play.

Warhammer – Vermintide 2:

Seguito dell’apprezzatissimo primo titolo della serie ambientata nel celeberrimo universo di Warhammer della Games Workshop, il titolo, già disponibile su PC, era presente all’evento affiancato da un simpatico personaggio chiave dello studio di sviluppo Fastshark, che ha accompagnato la nostra prova di questa versione Xbox One fornendoci molte informazioni a riguardo. Il titolo, per chi non lo sapesse, è una sorta di ibrido tra uno sparatutto e un action i prima persona nel quale saremo chiamati a vestire i panni di uno dei cinque eroi presenti nel gioco. Ogni eroe dispone di una classe, che nel corso del gioco si aprirà a due specializzazioni, per un totale di tre classi complessive per ogni eroe. Nei panni di uno di essi saremo chiamati a confrontarci, cooperando con altri tre giocatori o con i bot, con degli epici livelli stracolmi di orde di nemici e temibili creature.

Il titolo arriverà su Xbox One il prossimo 11 luglio.

  • Ashen:

Titolo vagamente souls-like pensato per essere giocato in cooperativa tra due utenti, ci catapulta nei panni d’un eroe di nostra creazione impegnato a sopravvivere in un mondo rimasto senza luce per molto, molto tempo. Il titolo, classico nelle meccaniche, si discosta dal tipico souls-like oltre che per la perenne presenza d’un compagno (gestito da un altro giocatore o dall’intelligenza artificiale) anche per la presenza d’una mappa che ci indicherà sempre dove dirigerci per portare a termine la nostra missione.

Non si hanno ancora dettagli riguardo l’eventuale finestra d’uscita del titolo, ne circa l’eventualità che esso venga rilasciato su piattaforme diverse da Xbox OneWindows 10.

  • Reverse – Time Collapse:

Chiudiamo la lista dei titoli presenti con il titolo di Meangrip Game Studios, un gioco ancora molto acerbo ma senza dubbio interessante nel quale vestiremo i panni di quattro differenti personaggi impegnati a viaggiare nel tempo allo scopo di scongiurare eventuali paradossi temporali e, ciliegina sulla torta, uno di questi paradossi saremo proprio noi.

Si tratta di un’avventura grafica che presenterà differenti puzzle ambientali e varie fasi stealth, fasi che spesso richiederanno la cooperazione dei personaggi presenti in un medesimo luogo ma in epoche differenti.

Il gioco si mescolerà ampiamente con delle meccaniche che richiederanno l’impiego delle nostre apparecchiature mobile per compiere azioni che avranno ripercussioni sul titolo.

Il titolo manca ancora di un publisher e necessità una ingente mole di lavoro prima di essere pronto per il pubblico, non resta dunque che attendere con pazienza maggiori dettagli a riguardo.

Commenti