Game Experience
LIVE

PS5, l’aumento di prezzo influirà sulle vendite? Risponde Ampere Analysis!

L'aumento di prezzo influirà oppure meno sulle vendite di PS5?

Come vi abbiamo prontamente riportato con un articolo dedicato, nel corso di questa mattina Sony ha aumentato il prezzo di PS5 in molti dei principali mercati di tutto il mondo, con la console di nuova generazione che ora costa 50 Euro in più in entrambi i modelli in Europa, Giappone ed in alcune parti del Nord America, ma non negli Stati Uniti.

E vista l’importanza di questa notizia, Piers Harding-Rolls, il direttore della ricerca per il mercato di videogiochi di Ampere Analysis, ha pubblicato immediatamente un nuovo report, così da rispondere ad una delle domande più ricorrenti di queste ore da parte dei fan: ma questo aumento di prezzo influirà negativamente sulle vendite di PlayStation 5?

Le vendite di PS5 verranno influenzate dall’aumento di prezzo? Ce lo dice un nuovo report di Ampere Analysis

Ebbene stando a lui no, questo perché la domanda di PS5 è estremamente più alta delle unità che Sony riesce effettivamente ad immettere sul mercato di tutto il mondo.

“Sebbene crediamo che ci sarà delusione per alcuni consumatori che hanno cercato di acquistare una PS5 senza successo, o che stavano risparmiando per acquistare la console giusto in tempo per l’aumento del prezzo, l’elevata domanda repressa per il dispositivo di Sony significa che questo aumento di prezzo di circa il 10% nella maggior parte dei mercati avrà un impatto minimo sulle vendite della console. Prevediamo che le previsioni di vendita di Sony per PlayStation 5 rimarranno invariate

Dato il fatto che la fornitura di PlayStation 5 è stata fortemente limitata sin dal lancio, con molti consumatori che non sono stati in grado di acquistare l’ultima console di Sony e il fatto che Microsoft non abbia ancora mostrato alcuna indicazione di aumentare i prezzi della serie Xbox, non c’è dubbio che questo aumento di prezzo sarà stata una decisione difficile da prendere

Tuttavia, con l’inflazione e l’aumento dei prezzi che si fanno sentire attraverso la catena di approvvigionamento dei componenti, gran parte dei quali in dollari USA, insieme ai continui costi elevati di distribuzione, Sony ha dovuto trasferire alcuni di questi aumenti dei costi per cercare di mantenere gli obiettivi riguardanti la redditività dell’hardware

Gli aumenti di prezzo avverranno in almeno 45 mercati a livello globale, ma non negli Stati Uniti, ancora una volta a causa della forza della valuta del dollaro USA. Gli Stati Uniti sono il più grande mercato di console a livello globale e dove Sony compete più strettamente con Microsoft per la quota di mercato.”

Concludiamo infine ricordando come Sony abbia distribuito 2,4 milioni di unità PS5 durante il suo primo trimestre dell’anno fiscale in corso, un valore inferiore a quanto previsto, ma il mese scorso la società ha dichiarato che non ci sono state modifiche alla previsione precedentemente annunciata di 18 milioni di console vendute durante l’anno fiscale in corso che termina il 31 marzo 2023.

Ricordiamo inoltre come nelle scorse settimane Reality Labs abbia aumentato il prezzo del suo visore VR Meta Quest 2 di $ 100, novità dovuta all’aumento dei costi di produzione e spedizione.

ps5
Fonte: VGC

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi