Game Experience
LIVE

PS4: Sony smentisce il report di Bloomberg sull’aumento di produzione nel 2022

Il colosso giapponese smentisce che produrrà un milione di unità in più nel 2022.

Nei giorni scorsi ha fatto rapidamente il giro del web un nuovo report di Bloomberg (pubblicato nello specifico il 12 gennaio 2022) dove veniva citata una fonte ritenuta affidabile ma rimasta volutamente anonima, che affermava come in quel di Sony Interactive Entertainment avessero inizialmente pianificato di interrompere la produzione di PS4 alla fine del 2021, per poi cambiare radicalmente idea vista la carenza di scorte che affligge tutt’ora PS5.

Come già saprete infatti, è piuttosto difficile riuscire ad acquistare una PlayStation 5 a causa della pandemia e della carenza mondiale di semiconduttori. E proprio su questi elementi faceva leva il report di cui sopra ad opera di Bloomberg, andando a spiegare come a causa di questa carenza di PS5 disponibili nei negozi, il colosso giapponese avesse deciso di continuare a produrre PS4 nel 2022. Con un aumento della produzione di circa 1 milione di unità rispetto ai piani iniziali.

Tuttavia proprio in questi minuti Sony Interactive Entertainment stessa ha smentito questo report attraverso una nuova dichiarazione. L’azienda proveniente dal Paese del Sol Levante ha infatti rilasciato una dichiarazione al portale online Gigazine, sostenendo che “in primo luogo non aveva mai pianificato di terminare la produzione di PS4″.

Inoltre il colosso nipponico ha confermato di aver smesso di produrre tutti i modelli di PS4, ad eccezione di uno, in Giappone pochi mesi fa proprio per concentrarsi sulla produzione di PS5. Invece nel corso del mese di settembre 2020 è terminata anche la produzione di PS4 Pro, sempre in in Giappone. Quindi ad ora l’unico modello di PS4 ancora in produzione è quello nero standard contraddistinto da un Hard Disk di 500 GB.

Fonte: DualShockers

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi