Game Experience
LIVE

Pokémon Scarlatto e Violetto sono disponibili da oggi su Nintendo Switch

La nuova generazione di Pokémon è disponibile da oggi.

Per celebrare l’attesissimo arrivo dei nuovi Pokémon Scarlatto e Pokémon Violetto, disponibili da oggi in esclusiva sulle console della famiglia Nintendo Switch, all’Università IULM di Milano si è tenuta una speciale lezione dedicata al fenomeno dei Mostriciattoli Tascabili, così da presentare al pubblico le avventure che attendono i fan di tutto il mondo, a cominciare dall’inedito open world per la serie.

Gli allenatori di tutto il mondo possono esplorare da oggi la Paldea di Pokémon Scarlatto e Violetto

Che sia l’Accademia Arancia per Pokémon Scarlatto o l’Accademia Uva per Violetto, l’ambiente accademico è stata una delle feature più apprezzate dai fan italiani. Ed è per questo che la VGC University, che con i suoi corsi pratici e teorici forma da anni i migliori giocatori Pokémon dello Stivale, ha coinvolto le associazioni studentesche e le principali community dell’hinterland milanese per approfondire degli aspetti che mai prima d’ora erano stati presi in esame, come la libertà di esplorazione e l’approccio tutto nuovo alla narrazione, per una lezione universitaria davvero particolare che rimarrà di certo negli annali e che, per la gioia delle migliaia di Pokéfan di tutta la Penisola, è stata anche trasmessa in diretta streaming su Twitch.

In cattedra, nell’insolita veste di professori per un giorno, alcuni tra i volti e i nomi che hanno contribuito e rendere Pokémon un vero fenomeno di costume, a cominciare dai content creator Cydonia & Chiara, che con il loro interessante intervento hanno messo in evidenza il rivoluzionario open world e i tre diversi e appassionanti archi narrativi.

Con loro il proplayer per eccellenza Francesco Pardini, il giocatore professionista di Pokémon più seguito in assoluto che, in collaborazione con il Direttore della VGC University Angelo Peruzzi, hanno approfondito con dovizia di particolari l’altra faccia dell’avventura, cioè il gioco competitivo e il circuito nazionale e internazionale. In chiusura, una vera e propria testimonianza, quella di Umberto Paramento – Group Leader di WeRoad, grande fan di Pokémon sin da bambino e adesso viaggiatore di professione, per confermare quanto l’esplorazione e la scoperta siano i punti di forza di Pokémon Scarlatto e Pokémon Violetto.

Ambientati a Paldea, i nuovi capitoli dell’acclamato franchise immergono il giocatore in un mondo vivo e tutto da scoprire, tra terre innevate, paesaggi marittimi, contesti urbani e, ovviamente, tantissimi nuovi Pokémon da catturare. Divertirsi a esplorare il mondo acchiappando i mostriciattoli e completando un Pokédex è da sempre un elemento cruciale dei titoli Pokémon, ma questo nuovissimo videogioco vuole offrire un’esperienza che supera quella offerta dai precedenti titoli della serie, rendendo onore alle meccaniche tipiche dei giochi del passato e introducendo allo stesso tempo nuovi elementi.

Grazie alla nuova, entusiasmante svolta open world, Pokémon Scarlatto e Pokémon Violetto rappresentano una vera e propria rivoluzione, garantendo al giocatore un coinvolgimento e una libertà mai provata prima nella serie. E le novità non finiscono qui, per la prima volta, infatti, è possibile esplorare l’intera regione in compagnia di un massimo di 3 amici, e cavalcare i Pokémon leggendari Koraidon (in Pokémon Scarlatto) e Miraidon (in Pokémon Violetto) per raggiungere anche i punti più nascosti di Paldea, dalla terraferma agli specchi d’acqua, fino alle vette più alte.

Scarlatto e Violetto, inoltre, offrono al giocatore non solo libertà sul piano esplorativo, ma anche su quello narrativo, permettendo di affrontare i tre percorsi della storia nell’ordine preferito, creando un’avventura su misura a seconda dei gusti.

scarlatto

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi