Come ricorderete certamente, nei mesi scorsi Sony ha annunciato come un fulmine a ciel sereno che non avrebbe avuto partecipato all’E3 2019, più importante manifestazione del mondo dei videogiochi in programma a Giugno 2019 a Los Angeles.

Questa scelta del colosso giapponese ha ovviamente creato non poche discussioni in partcolar modo per due motivi:

  1. L’importanza che ha sempre avuto Sony nella manifestazione di cui sopra.
  2. La cancellazione della PlayStation Experience 2018.

In queste ore quindi Shawn Layden, presidente di Sony Interactive Entertainment Worldwide Studios, è tornato ancora una volta sulla decisione di non partecipare all’E3 2019.

L’uomo ha quindi affermato che è stata presa questa decisione soltanto per un punto di vista commerciale, manifestazione che per vari motivi non soddisfa più le rinnovate esigenze del colosso giapponese.

Eccovi le parole dell’uomo:

“Ora abbiamo un evento a febbraio chiamato Destination PlayStation, dove raccogliamo tutti i retailer e i partner di terze parti per illustrare il piano annuale. Si faranno discussioni riguardo agli acquisti a febbraio. Giugno, ora, è un punto troppo distante per discutere con i retailer del periodo natalizio. Quindi il mercato retail si è praticamente fatto da parte. E per quanto riguarda i giornalisti, considerando la presenza di Internet ed il costante flusso giornaliero di news videoludiche, ha perso il suo impatto anche in questo senso. Quindi lo show del mercato è diventato uno spettacolo senza buona parte del mercato. Il mondo è cambiato, ma l’E3 non ha necessariamente fatto altrettanto.”

E voi cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Concordate con l’uomo oppure secondo voi l’E3 mantiene comunque il suo fascino? Ditecelo nei commenti qui sotto!

Commenti