PLAYSTATION

PlayStation 5 non si trova e GameStop USA propone un abbonamento “salta la coda”

Un abbonamento "salta la coda" per ovviare alla mancanza di scorte.

PlayStation 5 è approdata sul mercato di tutto il mondo durante lo scorso novembre 2020, console di nuova generazione di Sony Interactive Entertainment che, complice una richiesta del pubblico molto alta oltre alla pandemia da COVID-19 e la conseguente crisi dei semiconduttori, sta vivendo praticamente sin dal lancio un costante ed inesorabile sold out, con le nuove unità immesse sul mercato che raggiungono in un istante l’immediato ed immancabile tutto esaurito.

Questa situazione purtroppo perdura ancora oggi, dopo ben otto mesi dal lancio avvenuto in quel di novembre 2020, con varie catene online che stanno cercando di mettere su alcuni piccoli accorgimenti volti a cercare di rendere più semplice per gli utenti mettere le mani sulla nuova ed ambitissima PS5.

A condividere questa novità presso GameStop USA è stato il noto insider Wario64, svelando che l’abbonamento Rewards Pro costa $20 all’anno e questo nuovo vantaggio di accesso anticipato è presentato come un bel gesto, ma in realtà sembra un vantaggio progettato per aumentare il valore percepito dell’abbonamento.

PlayStation-5

Questo per far sì ovviamente che gli utenti normali possano acquistare una PlayStation 5 a scapito dei bagarini, agli abbonati a pagamento di saltare la fila per ordinare prima la console. Tra questi retailer online troviamo ovviamente anche GameStop USA comunicando attraverso delle email che tutti i membri di PowerUp Rewards, abbonamento a pagamento, possono di fatto saltare la coda necessaria per entrare nel sito ed acquistare la nuova console di Sony Interactive Entertainment.

Eccovi il contenuto dell’email:

“Per mostrare il nostro apprezzamento stiamo aprendo l’accesso online anticipato ai membri Pro per acquistare PlayStation 5 o una GPU per PC su gamestop.com. Questo non garantisce che riceverete uno di questi prodotti – le quantità sono estremamente limitate – ma volevamo aiutare a fornire ai nostri migliori clienti una migliore opportunità di aggiudicarsi uno di questi articoli molto richiesti”.

Ovviamente questa decisione da parte di GameStop USA non è stata accolta positivamente da tutti i videogiocatori negli Stati Uniti, non reputando corretto dover pagare un abbonamento per mettere le mani su una nuova console. Segnaliamo inoltre come al momento non si abbiano ancora informazioni in merito ad una decisione similare anche da parte di GameStop Italia.

Intanto sapevate che Sony punta a vendere oltre 22 milioni di PS5 all’anno?