Game Experience
LIVE

PlayStation 5: Denuvo sbarca sulla console Sony con un sistema Anti-Cheat

Questo sistema eviterà che alcuni utenti possano accedere ad informazioni private.

Sony ha annunciato in questi minuti che Denuvo ha fatto ufficialmente il suo ingresso sulla console PlayStation 5, attraverso un esclusivo sistema di Anti-Cheat per i team di sviluppo al lavoro sui giochi per la console next-gen del colosso giapponese.

Visto il fastidio che nutrono non pochi giocatori PC verso il sistema dell’azienda austriaca, è bene ricordare che su PS5 questo sistema non rappresenterà l’odiato DRM presente su Personal Computer, ma si “limita” ad evitare che alcuni utenti possano andare a modificare i codici dei giochi per i propri scopi, quali rubare dati agli utenti e a sviluppatori oppure ottenere dei facili vantaggi.

Denuvo Anti-Cheat fa quindi ora parte del programma Tools and Middleware di PlayStation 5, compatibile sia con i titoli online che offline, così che nel primo caso i giocatori truffaldini non possano più rovinare le partite degli altri utenti attraverso glitch vari, oppure nel secondo caso andando a rompere in modo grave l’esperienza di gioco single-player messa su faticosamente dai vari team di sviluppo.

La cosa piuttosto sorprendente è che che il sistema di anti-cheat di Denuvo è già disponibile su alcuni titoli di lancio di PS5 (non sono noti di che giochi si tratti nello specifico) con l’obiettivo di andare a proteggere le vendite iniziali delle varie opere.

PlayStation 5 Denuvo 1

Al momento della stesura di questo articolo non è chiaro se questo sistema anti cheat di Denuvo possa approdare in futuro anche su console XboxNintendo Switch e perché no, anche dispositivi mobile iOS ed Android.
Eccovi il tweet dell’annuncio:

Fonte: Twitter

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi