Game Experience
LIVE

Phil Spencer chiede ai giocatori di rispettare di più gli sviluppatori

Il capo di Xbox ha approfittato dei DICE Awards 2022 per chiedere ai giocatori di avere più rispetto per i creatori di videogiochi.

Dopo aver ricevuto il premio Lifetime Achievement Award in occasione dell’evento DICE 2022 della settimana scorsa, il capo della divisione Xbox Phil Spencer ha espresso alcune considerazioni su come la comunità di giocatori dovrebbe trattare gli sviluppatori.

L’attuale capo di Xbox e ora CEO di Microsoft Gaming è il responsabile della rinascista della divisione interna a Microsoft avvenuta negli ultimi anni, soprattutto grazie a servizi come Xbox Game Pass e a console di nuova generazione come Xbox Series X|S.

Per non parlare di prodotti innovativi come Xbox Adaptive Controller e di tutto l’impegno nei confronti dell’accessibilità e nella ricerca di un’infrastruttura e di una comunità più aperta.

Cos’ha detto Phil Spencer nello specifico dopo aver ottenuto il premio Lifetime Achievements Award?

Ora, Phil Spencer ha affermato che i videogiocatori dovrebbero cominciare a trattare con maggior rispetto e dignità gli sviluppatori di videogiochi. Qui di seguito abbiamo riportato le sue stesse dichiarazioni sulla questione dopo aver ricevuto il premio in occasione dei DICE Awards 2022.

phil-spencer

Continuate a giocare, continuate a far sentire la vostra voce e imparate il potere della creatività e della community. Un’altra cosa che vorrei dire è: rispettate i creatori. Penso che molto spesso le creazioni possono essere utilizzate come armi e impiegate in battaglie tra piattaforme e altre cose così.

Guardo a tutti quelli che sono abbastanza coraggiosi da creare qualcosa, tirarla fuori. Guardo a quelli che hanno colleghi, all’industria, ai giocatori e a quelli che giocano e che parlano di quello che fanno.. perciò celebriamo il fatto che ci sono tanti grandi giochi che escono da parte di così tanti creatori, e realizziamo che questo dovrebbe essere il fondamento su dove dovrebbe andare questa industria.

Ricordiamo che Phil Spencer ha di recente parlato dell’eventualità di poter introdurre una sorta di ban cross-platform, se le diverse piattaforme dovessero trovarsi interessate all’argomento.

Fonte: gamespot.com

Articoli correlati

Simone Balboni

Simone Balboni

Sono soltanto un videogiocatore pieno di passione, ho in casa solo 14 console e 3 PC, ma nessuno di questi fa girare Quake Champions. Nel frattempo mi diletto su server competitivi alla ricerca di una buona Tripla Uccisione.

Condividi