Game Experience
LIVE

Netflix e l’enorme costo degli episodi di Stranger Things 4

Ecco i numeri da record dello show di punta della popolare piattaforma streaming

Il catalogo Netflix è forte di un buon numero di grandi produzioni, diluite da una gran quantità di produzioni più deboli per qualità o anche solo per budget, che insieme danno vita a un parco titoli, tra serie e film, capace di soddisfare un po’ tutti i gusti. Tra gli show di punta della piattaforma, quelli da cui derivano i guadagni maggiori e che fungono da colonne portanti di tutto il servizio, Stranger Things è senza dubbio una tra le serie più importanti, e la mole degli investimenti dimostra la sua importanza.

Netflix ha investito una cifra record per ogni singolo episodio della quarta stagione di Stranger Things di prossimo arrivo.

Si stima infatti una spesa approssimativa di 30 milioni di dollari per ogni singolo episodio. Una cifra esorbitante. Per farvi una buona idea vi basti sapere che il costo medio a episodio è di 10 milioni circa: tanto sono costati gli episodi della serie Halo, e anche quelli de Il Trono di Spade, tranne le ultime due che arrivarono a 15 milioni a episodio. Sale la cifra guardando all’universo Disney, specie quando riguarda la Marvel, con investimenti che si spingono fino ai 25 milioni di dollari a episodio.

Una spesa esorbitante, giustificata dalla consapevolezza di Netflix circa l’importanza di questa serie per mantenere elevata l’attenzione del suo pubblico. A tale scopo, le molteplici produzioni low-budget presenti in catalogo non sono molto utili, servendo per lo più a fornire alternative mentre la spinta è data, appunto, dalle grandi produzioni di punta.

Netflix deve inoltre riporre una grande fiducia in Stranger Things 4, nonché molte speranze, dal momento che di recente la piattaforma sta conoscendo un calo degli abbonati. Tra i piani della compagnia, se la situazione non dovesse migliorare, c’è la riduzione del budget per le nuove serie fino al 25%. Una brutta faccenda, il calo d’abbonati, in un momento storico in cui la compagnia ha dimostrato d’avere la seria intenzione di opporsi alla pratica della condivisione degli account: eventuali limitazioni imposte o aumenti di prezzo con l’obbiettivo di frenare il fenomeno potrebbero aggravare questa emorraggia d’abbonati.

Netflix

Una serie senza dubbio importante per Netflix, in arrivo nel corso dell’estate e rivolta principalmente al vastissimo ma difficilissimo pubblico di appassionati di videogiochi, che potrebbe portare una fortuna nelle tasche della compagnia o vederla affossata da eventuali giudizi negativi, è quella di Resident Evil di cui molti fanno già un gran parlare: alcuni con la speranza nel cuore, molti con la paura negli occhi.

Fonte: GameSpot

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi