Game Experience
LIVE

Naughty Dog assume dipendenti per lavorare al nuovo titolo multiplayer

Un gioco che mira a offrire "un'esperienza cinematica"

Naughty Dog ha sulle spalle il lancio discusso ma d’indubbio enorme successo di The Last of Us Parte 2, un titolo che, con il predecessore, è entrato di prepotenza nell’olimpo dei giochi più amati di sempre (che piaccia o non piaccia, questo non si può negare).

Non tutti forse sapranno che in origine The Last of Us Parte 2 avrebbe dovuto includere una modalità multiplayer, accantonata poi dal team di Naughty Dog che decise di focalizzarsi esclusivamente sulla modalità a giocatore singolo. Ebbene, ora che il gioco è oramai nel passato, lo studio di sviluppo guarda al futuro, e nel futuro c’è un titolo multigiocatore. Un titolo multiplayer talmente ambizioso che per lavorarci il team ha dovuto aprire ben 56 posizioni di lavoro.

Del gioco multiplayer di Naughty Dog non si sa nulla, tranne che è un titolo d’azione e che è nelle mire del team di sviluppo farne “un’esperienza cinematografica tra giocatori”. Un obbiettivo molto alto, che non possiamo che augurarci venga centrato in pieno. Lo studio di sviluppo ha aperto dunque le porte a 56 nuove assunzioni, per i reparti: animazione, arte, audio, game design, sviluppo, effetti visivi, effetti di luce, produzione, programmazione, controllo qualità, assunzioni, technical art ed esperi UI. Non è neppure lontana la recente assunzione di un economy designer.

Naughty Dog
Naughty Dog

Una domanda che sorge spontanea è: cosa intenderà Naughty Dog parlando di “esperienza cinematografica tra giocatori”? Viene da pensare o a una particolare spettacolarità del gioco, o a una forte componente narrativa nonostante la struttura multiplayer del titolo. Le cose, tuttavia, rimangono abbastanza vaghe da lasciarci curiosi di scoprire cosa sapranno tirare fuori dal loro cilindro – siamo dopotutto ben consapevoli della qualità delle più recenti produzioni di quello che a pieno diritto è uno degli studi di maggior successo interni a Sony PlayStation. Speriamo non tradiscano le aspettative!

Fonte: PushSquare

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi