Game Experience
LIVE

Microsoft ha pubblicato la lettera del 1999 del tentativo fallito per l’acquisizione di Nintendo

Nintendo "rise a crepapelle"

Più di 20 anni fa, quando Microsoft si stava preparando a rilasciare l’originale Xbox, alcuni nell’azienda erano preoccupati che non avrebbero avuto abbastanza giochi per accompagnare la console al lancio. Così qualcuno ebbe la brillante idea di provare a comprare Nintendo.

L’unica fregatura fu che Nintendo, come abbiamo appreso all’inizio di quest’anno, “si mise a ridere a crepapelle“. Kevin Bachus, ex direttore delle relazioni con le terze parti di Microsoft per Xbox, ha riassunto l’incontro:

“Steve [Ballmer, ex CEO di Microsoft] ci fece incontrare con Nintendo per vedere se avrebbero considerato l’acquisizione. Hanno semplicemente riso a crepapelle. Immaginate un’ora di qualcuno che ride di voi. È andata più o meno così quella riunione.”

È tutta acqua passata nel 2021, e in linea con lo spirito di guardare indietro, Microsoft ha usato il suo sito commemorativo per il 20° anniversario per rilasciare alcune prove primarie del tentativo di acquisto. C’è anche la pubblicazione (parziale) di questa lettera del 1999 del vicepresidente Rick Thompson a Nintendo of America.

È leggermente rovinata dall’enorme nel mezzo, ma possiamo leggere abbastanza intorno ai bordi per capire il tono. Possiamo notare in basso le due persone con cui Microsoft si sarebbe incontrata: il presidente di lunga data di Nintendo Hiroshi Yamauchi e la leggenda dell’hardware Genyo Takeda.

Se volete provare a strabuzzare gli occhi attraverso le sezioni redatte, ecco l’immagine come Microsoft l’ha condivisa:

Fonte: Kotaku

Articoli correlati

Oskar Heise

Oskar Heise

Amante di esperienze Singleplayer, indipendentemente dal genere di appartenenza. Quando sono stanco, faccio riposare l'anima sedendomi affianco a falò provenienti dal Giappone o cerco di non classificarmi ultimo in una partita online. Allergico a qualsiasi forma di console war.

Condividi