Image default
ARTICOLI Featured PLAYSTATION RECENSIONI VR

Marvel’s Iron Man VR | Recensione

Pensavate che la periferica VR per PlayStation 4 fosse ormai andata in pensione? Vi sbagliavate di grosso. Giunto ormai al tramonto della quarta console di casa Sony, Marvel’s Iron Man VR è il nuovo titolo per la realtà virtuale dedicato all’iconico miliardario dell’Universo Marvel realizzato in esclusiva proprio per PS4. Abbiamo indossato il casco per voi e vestito i panni dell’eccentrico Tony Stark. Potremo dire davvero di aver amato 3000 questo gioco? Non vi resta che proseguire nella lettura per scoprirlo!

Fletto i muscoli e sono nel vuoto

Iron Man VR Mak 3Sviluppato da Camouflaj, già autori di un altro titolo PSVR come Republique, Marvel’s Iron Man VR è la seconda esclusiva targata Marvel su PS4 dopo Spider-Man, questa volta però realizzata appositamente per supporto della realtà virtuale. Come già anticipato dalla versione demo uscita negli scorsi mesi, anch’essa provata e raccontata per voi nell’anteprima di Game-Experience, Marvel’s Iron Man VR vi consentirà di immedesimarvi come mai prima d’ora nei panni del magnate più celebre del roster Marvel, sia nelle sue vesti “quotidiane” di Tony Stark, sia in quelle di supereroe vestendo l’inconfondibile armatura Mark 3. Basterà infatti indossare il visore per sentirsi come all’interno dell’elmetto hi-tech di Iron Man, con tanto di hud ricco di informazioni e dati in maniera simile a quella vista nella versione per il grande schermo. Esperienza simulativa completata dai controller Move (necessari per giocare ad Marvel’s Iron Man VR), i quali fungeranno ancora una volta da estensione delle braccia, il vero fulcro dei movimenti e dell’offensiva di Tony Stark. Sfruttando il movimento di braccia e mani, Iron Man potrà librarsi nell’aria grazie ai propulsori posti sui palmi, oltre che respingere i nemici con l’emissione di raggi repulsori. Iron Man sembra essere quindi il profilo ideale per un titolo pensato esclusivamente per la realtà virtuale, che ne abbraccia tutte le potenzialità ma che inciampa anche nei soliti ostacoli dettati soprattutto dalle capacità limitate di visore e controller per la VR di PlayStation.

Come già descritto nella nostra prova della versione dimostrativa, il gameplay del gioco punta tutto sul fattore simulativo soprattutto per quanto concerne le frequenti fasi d’azione, emulando le movenze viste nei film e nei fumetti dedicati al Vendicatore corazzato. Basterà premere entrambi i grilletti dei controller Move per sprigionare la forza dei propulsori e decollare ad alta quota, per poi direzionare il volo semplicemente inclinando i palmi. Fondamentale sarà anche l’utilizzo delle armi per respingere i nemici, dai semplici raggi repulsori, ai razzi a ricerca automatica, fino ad un armamentario più complesso e variegato che sbloccherete via via procedendo con la storia principale. Camouflaj ha cercato di rendere l’esperienza offerta dal suo titolo il più realistico possibile, scontrandosi però con le solite limitazioni derivate dalla periferica, e soprattutto, dai controller di casa PlayStation, ormai più che obsoleti. La mancanza di un’interfaccia adeguata per il movimento si fa sempre più pesante dato che, per poter girare lo sguardo oltre 180°, si dovrà ancora una volta ricorrere ai pulsanti fisici presenti sugli controller Move cosa che, oltre ad essere macchinosa,amenta il fattore motion sickness. In generale, in Marvel’s Iron Man VR l’insieme dei controlli, seppur precisi e fedeli, possono risultare confusionari in più occasioni, rendendo difficile anche un apparentemente banale corsa a tempo.

Ci stanno tracciando, stacca!

Iron Man VR Repulsori

La trama del gioco ripercorre brevemente le origini del supereroe, dall’abbandono della produzione di armi da parte delle Stark Industries, fino all’inizio della carriera da benefattore mascherato. Questa volta Iron Man dovrà far fronte al furto di tecnologia da parte della tenebrosa Fantasma, un hacker dal forte intelletto determinata a vendicare le ingiustizie causate indirettamente dalle Stark Industries per la vendita di armamentari bellici. Tony dovrà quindi confrontarsi con i propri droni e i propri cyborg, prontamente modificati per agire contro il proprio creatore. Immancabili, naturalmente, le scene di vita quotidiana di Tony Stark e la sua consorte nonché preziosa collaboratrice Pepper Potts, il tutto completato anche dalla presenza delle IA di supporto Friday e Gunsmith. Suddivisa in 12 capitoli, la trama di Marvel’s Iron Man VR alterna quindi (in maniera un po’ troppo sequenziale) momenti di pura azione ad altri più introspettivi e riflessivi, dove anche chi ancora non conosce l’inconfondibile carisma di Tony Stark potrà comunque approfondire la figura di uno dei Vendicatori più importanti. Completando i vari capitoli, che vi terranno impegnati per circa 6 ore complessive (niente male per un titolo VR), potrete raccogliere monete da spendere in potenziamenti per i vari componenti dell’armatura. Oltre alle classiche armi secondarie e alle variopinte colorazioni alternative per la Mark 3 standard, il laboratorio di espansione offre anche la possibilità di migliorare alcuni parametri, come vita, corazza, stamina e tempi di raffreddamento armi, per aumentarne le prestazioni in battaglia.

Marvel’s Iron Man VR gioca “facile” sfruttando una licenza di lusso come quella del supereroe di casa Marvel, senza però riuscire a raggiungere lo stesso mordente della trasposizione cinematografica, capace di aver reso “pop” un personaggio fino a quel momento ben più in ombra rispetto al più celebre e amichevole Spider-Man di quartiere. Nonostante una trama coinvolgente e una scrittura non troppo distante da quella dei film (non vogliamo in alcun modo scomodare le avventure cartacee, che hanno saputo dare lustro e caratura al personaggio con saghe quali Extremis, World’s Most Wanted, Civil War e Demon in a Bottle), la versione videogame di Tony Stark presentata in questo Marvel’s Iron Man VR non sembra avere lo stesso appeal e la stessa genialità portata sul grande schermo da Robert Downey Jr., complice anche un character design ed un doppiaggio piuttosto scialbo. Anche a livello tecnico, Marvel’s Iron Man VR non stupisce più di tanto, mostrando in più di un’occasione texture spartane e ambientazioni scarne e povere di dettagli. A rovinare ulteriormente il tutto ci pensano gli infiniti caricamenti tra una sezione di gioco e l’altra, davvero insopportabili se si considera che andranno affrontati con il già di per sé non comodissimo visore PlayStation VR in testa.

Related posts

Caricamento...