NOTIZIE

Martha Is Dead: Nuovo trailer dal Future Games Show

Il gioco del team di sviluppo italiano LKA, è in arrivo quest'anno su PC e console.

Durante il Future Games Show Spring Showcase del 25 marzo, è stato pubblicato un nuovo trailer di Martha Is Dead, il nuovo terrificante gioco horror in prima persona, realizzato dal team di sviluppo italiano di LKA, e che sarà pubblicato da Wired Productions, in uscita quest’anno su Playstation 4, Playstation 5, Xbox One, Xbox Series X|S e PC.

In Martha is Dead, sarà possibile giocare un giorno della vita di Giulia, la cui sorella Martha è stata recentemente assassinata. Giulia è tornata nella fattoria toscana dove le due ragazze sono cresciute e trascorre la giornata passeggiando, esplorando la zona e scattando foto alla fauna e ai paesaggi che si sviluppano nella sua camera oscura. Ma con il passare del giorno e il calare della notte, Giulia dovrà affrontare faccia a faccia qualcosa di terrificante che aleggia nei boschi.

“Avremmo dovuto essere noi lì, non lei…” dice una voce nel trailer mentre la telecamera fa una panoramica su quello che sembra un luogo idilliaco. È chiaro che non è così, tuttavia, poiché lo scatto precedente riguarda quello che è presumibilmente il cadavere di Martha, e lo scatto successivo mostra diversi animali da fattoria in decomposizione che sembrano essere stati attaccati da qualcosa di sovrannaturale. C’è chiaramente qualcosa nel bosco che circonda questa fattoria e Giulia sta indagando su cosa possa essere.

Non vediamo l’ora di scoprire cosa LKA avrà realizzato, più tardi quest’anno, quando Martha Is Dead verrà rilasciato su console Xbox e Playstation e PC. Cosa ne pensate invece voi di questo nuovo trailer, siete curiosi di provare il gioco quando verrà rilasciato? Diteci la vostra nei commenti. Vi lasciamo anche il nostro articolo con all’interno tutti i trailer mostrati durante il Future Games Showcase.

Martha Is Dead

Descrizione Martha Is Dead

Dai creatori di The Town of Light, Martha Is Dead è un thriller psicologico drammatico in prima persona, dai toni cupi e dalle tinte oniriche, un mix di storia, superstizione e disagio psichico.
Una morte improvvisa e la violenza della guerra spezzeranno il già precario equilibrio di Giulia lasciando un profondo segno nella sua vita.
Ambientato nel 1944 nella campagna toscana a sud della “Linea Gotica” durante la ritirata dell’esercito tedesco e l’avanzata degli alleati.