Game Experience
LIVE

Indiana Jones di MachineGames sarà basato da una storia originale di Todd Howard

Todd Howard aveva già presentato un gioco di Indiana Jones a LucasArts più di 10 anni fa.

MachineGames è principalmente conosciuto come lo studio di Wolfenstein negli ultimi anni, ma ha anche annunciato un nuovo titolo di Indiana Jones. All’inizio di quest’anno, la società madre Bethesda ha annunciato che MachineGames stava lavorando a un gioco di Indiana Jones e che Todd Howard di The Elder Scrolls e Fallout (e Starfield, abbastanza presto) sarà il produttore esecutivo del progetto.

Tuttavia, con Howard che attualmente dirige Starfield e con The Elder Scrolls 6, c’è già un enorme lavoro da fare per il celebre game designer. Allora qual è esattamente il suo coinvolgimento nel gioco di Indiana Jones, allora? Quando gli è stata chiesta questa domanda in una recente intervista con IGN, Howard ha spiegato che, a differenza dei giochi che dirige, i progetti di cui è produttore esecutivo sono giochi su cui non lavora giornalmente, e di solito controlla come va lo sviluppo settimanalmente.

“Quando sono produttore esecutivo di qualcosa, è un gioco che sto controllando”, ha detto Howard. “Non è una cosa quotidiana, potrebbe essere una volta alla settimana, potrebbe essere una volta al mese, a seconda dello stato del gioco. Ci sono un certo numero di cose di cui sono produttore esecutivo, mentre se sto dirigendo un gioco, è più un’attività quotidiana”.

Howard ha continuato spiegando che aveva originariamente presentato un gioco di Indiana Jones a LucasArts più di 10 anni fa e, sebbene quel progetto non sia mai stato rilasciato, ha acceso la conversazione con loro ancora una volta dopo la loro acquisizione da parte di Disney, a quel punto MachineGames è emersa come possibile candidata per lavorare sul gioco sotto la sua supervisione.

“Internamente, amo davvero il lavoro che fa MachineGames”, ha aggiunto Howard. “Tutti si conoscono davvero, molto bene. Penso che The Chronicles of Riddick sull’Xbox originale [sviluppato da Starbreeze Studios, con diversi membri dell’attuale team di MachineGames] sia incredibile”, ha detto. “Ad esempio, guardi il livello tecnologico di quel gioco in quel momento, prima di DOOM: è incredibile. E il lavoro che hanno svolto su Wolfenstein con scene e personaggi, credo solo che siano sviluppatori incredibili. E così ho detto loro: “Ehi, è qualcosa che potrebbe interessarti?” E loro hanno detto, “assolutamente”. E sono bravi con le cose naziste, giusto?”

Howard ha continuato parlando del suo ruolo nel progetto, rivelando che il gioco è basato su una sua storia originale di Indiana Jones su cui lui e MachineGames hanno poi lavorato e sviluppato insieme. Ha continuato aggiungendo che lo studio svedese sta “facendo un lavoro straordinario” con il gioco e che è “felice di dare una mano” e di lavorare al progetto in qualche modo.

“Quindi stanno realizzando il gioco, sono coinvolto in modo creativo, tipo ‘ehi, quale sarà il gioco?'”, ha detto. “Avevo questa storia originale e ci abbiamo lavorato insieme. Ci passo un po’ di tempo, ci stanno lavorando, stanno facendo un lavoro fantastico. Sono solo felice di dare una mano e di essere coinvolto”.

Indiana Jones and the Fate of Atlantis

Per quanto riguarda l’uscita del gioco di Indiana Jones, probabilmente non potremo giocarlo ancora per molto. All’inizio di quest’anno, Pete Hines di Bethesda ha affermato che il gioco era nelle “fasi di produzione molto, molto, molto iniziali”.

Fonte: Youtube

Articoli correlati

Daniele Franco

Daniele Franco

Videogiocatore incallito, fin da piccolo, appassionato di qualsiasi genere, ma in particolare GDR ed Action Adventure. Gioco principalmente sulla piattaforma verde, ma amo e rispetto tutte le piattaforme e tutti i giocatori, le tifoserie non fanno per me, giocate e divertitevi, quello è l'importante.

Condividi