Game Experience
LIVE

Halo Infinite: Bonnie Ross non avrebbe lasciato, è stata licenziata?

Almeno stando a quanto sostiene un insider

La notizia dell’addio di Bonnie Ross, oramai ex-guida di 343 Industries e dunque dello sviluppo di Halo Infinite, ha di recente fatto il giro del mondo. Ross affermò di aver lasciato per questioni legate alla sua vita famigliare, eppure secondo l’insider Brad Sams non è cosi che è andata: in realtà il suo sarebbe stato un licenziamento deciso da Microsoft.

Halo Infinite ha deluso nel supporto post-lancio, e Microsoft avrebbe deciso per una ristrutturazione del team:

Purtroppo il supporto al gioco, dopo un lancio apprezzabile ma più sordo di quanto ci si sarebbe potuti aspettare, ha lasciato molto a desiderare, con Stagioni povere di contenuti e feature lungamente attese continuamente rimandate (o cancellate). Per questo Microsoft avrebbe preso la decisione di ristrutturare il team per intero, e in questa manovra avrebbe dunque coinvolto anche Bonnie Ross, licenziandola.

Una notizia che non dovrebbe sorprendere, specie tenendo conto di quanto Halo Infinite e la serie che rappresenta sia importante per il colosso di Redmond, e le modifiche negative alla roadmap mostrate di recente sarebbero state l’ultima goccia. Di recente il titolo ha infatti visto il rinvio dell’inizio della Stagione 3, molto attesa perché si sperava ponesse fine alla povertà di contenuti sofferta dalle prime due stagioni, e non ha certo aiutato anche la decisione di cancellare la modalità cooperativa in locale.

Insomma, 343 Industries ha dimostrato di non essere in grado di gestire un titolo del calibro di Halo Infinite, lo ha dimostrato e confermato più volte in questi anni durante i quali un titolo meglio rifinito e con un supporto post-lancio migliore avrebbe potuto far faville – invece di stentare a tirare avanti con una fanbase per lo più annoiata e assente come ha fatto l’ultima avventura di Master Chief.

Quantomeno la modalità Forgia di Halo Infinite sembra funzionare alla grande, con Digital Foundry che si è complimentata per il lavoro svolto dal team di sviluppo. Peccato solo che un gioco del genere non possa reggersi su questa sola modalità – modalità il cui impatto sarebbe stato di gran lunga maggiore se fosse stata pronta al lancio (stesso discorso vale per la modalità cooperative, ndr).

Ovviamente si parla di una voce messa in circolo da un insider, dunque non possiamo avere per il momento la certezza che sia andata effettivamente a questo modo, considerate però le difficoltà conosciute fino a oggi da Halo Infinite e sapendo quando questo brand è vitale per Microsoft l’eventualità del licenziamento appare decisamente probabile. E voi cosa ne pensate?

Halo Infinite
Fonte: YouTube

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi