PLAYSTATION

Guerrilla Games difende a denti stretti le esperienze single player

Durante una recente intervista con la redazione di GameSpot, uno dei game designer di Guerrilla Games, Tim Stobo, ha voluto dire la sua riguardo gli ultimi avvenimenti (la chiusura di Visceral Studios da parte di EA ndr) e sull’attuale situazione del mercato videoludico, spiegando che per quanto riguarda Guerilla, il focus principale sarà sempre quello di realizzare esperienze single player, queste le sue parole:

Penso che Horizon: Zero Dawn provi che c’è futuro per esperienze single player di alta qualità. L’espansione The Frozen Wilds è un ulteriore conferma. Può sembrare che ci siano dei cambiamenti di business in altre parti dell’industria, ma a Guerrilla rimaniamo concentrati nel raccontare storie straordinarie.“, ha affermato Stobo, aggiungendo che nel mercato videoludico c’è spazio sia per esperienze votate al single player che per quelle focalizzate sul multiplayer.

Penso sia meglio guardare l’attuale situazione in prospettiva. Credo che vedremo altri giochi come Destiny e credo ci sia un posto per loro. Ma guardando ai giochi migliori usciti quest’anno, ci sono Horizon, Zelda e L’Ombra della Guerra. Ci sono tante esperienze single player straordinarie. Se in futuro arriveranno un numero maggiore di esperienze always online, penso che sia una buona cosa dal punto di vista della diversità dell’offerta.“.

Insomma a quanto pare ci aspettano ancora molte avventure curate da Guerilla Games, e se saranno del calibro di Horizon Zero Dawn possiamo solo che gioirne!

Fonte: GameSpot