Game Experience
LIVE

GTA Online: Rockstar annuncia la chiusura dei server su PS3 e Xbox 360

Il gioco saluta le vecchie console di Sony e Microsoft.

Rockstar Games alla fine l’ha fatto ed ha annunciato la chiusura ufficiale dei server di GTA Online su PlayStation 3 e su Xbox 360. Questa chiusura è quindi in programma tra non molti mesi, precisamente dal 16 dicembre 2021, con i giocatori alle prese con l’ormai a dir poco iconica e celebre modalità online di GTA V sulle console di Sony e Microsoft (di ben due generazioni fa) che non potranno più prosegue le proprie avventure online con i propri amici.

Oltre alla modalità online di GTA ecco che Rockstar Games ha deciso di chiudere anche i server delle versioni PlayStation 3 e Xbox 360 di L.A. Noire e Max Payne 3, chiusura questa che sarà effettiva nello specifico dal 16 settembre 2021. Inoltre il celebre team di sviluppo americano ha confermato che sempre dal 16 settembre i possessori della modalità Online di GTA sempre sulle vecchie console di Sony Interactive Entertainment e Microsoft non potranno più acquistare Shark Card.

GTA Online
GTA Online

Rockstar Games ha infine voluto ribadire come i giocatori in queste versioni della modalità online del celebre fenomeno culturale che risponde al nome di Grand Theft Auto 5 non potranno in alcun modo trasferire i progressi i loro progressi nelle nuove versioni di GTA Online, con i rimborsi degli oggetti virtuali acquistati nel gioco attraverso il metodo dele Shark Card che non potranno essere rimborsati.

Questa notizie non ci sorprende più di tanto dopo che nei mesi scorsi l’ormai iconico team di sviluppo Rockstar Games ha rotto gli indugi annunciando la data di uscita ufficiale sia di GTA V che della sua iconica modalità Online su PlayStation 5 ed Xbox Series X|S, gioco pronto quindi ad abbracciare la nuova generazione di console di Sony Interactive Entertainment e Microsoft a partire dall’11 novembre 2021. Intanto sapevate che è stato scoperto il laboratorio di Trevor nella vita reale?

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi