Nonostante Google abbia sofferto per portare Stadia dallo stadio primordiale di beta fino alla versione finita nel giro di un anno scarso, Microsoft fu effettivamente la prima delle grandi compagnie ad avviare un progetto legato al cloud gaming con Project xCloud.

Ora, nonostante xCloud non sia ancora molto diffuso, e ben lontano dalla sua forma finale, questo non ha impedito che qualcuno mettesse a confronto le prestazioni dei due servizi, basandosi sulle versioni “primitive” dei due sistemi.

Il confronto è stato pubblicato sul sito Androidpolice.com, e si basa su sei punti chiave:

1 – Potenza/Performace.
2 – Fedeltà Grafica.
3 – Catalogo Giochi.
4 – Versatilità.
5 – Prezzo.
6 – Disponibilità.

I risultati sembrano mostrare un netto vantaggio per Google Stadia in termini di velocità di caricamento dei giochi, performance grafiche, numero di formati schermo suppostati e disponibilità pubblica.

Project xCloud, al momento, è in vantaggio su uno solo dei sei punti: il catalogo di giochi disponibili, vantando attualmeente una libreria di ben 87 titoli, tra cui ovviamente molteplici esclusive targate Microsoft come Halo, Forza 4: Horizon e altro ancora.

Il sito, tuttavia, fa notare come tale punto sia destinato a essere conquistato anch’esso dalla piattaforma di Google, che nel corso dell’attuale 2020 vedrà l’arrivo di un minimo di 120 titoli.

Un confronto che mostra un netto vantaggio per Stadia, piattaforma che nonostante ciò ha vissuto un lancio piuttosto in sordina e che tutt’ora fatica a prendere piede e conquistarsi un posto nei salotti, nei dispositivi e nei cuori degli utenti.

Non resta che vedere se il futuro riserverà una rinascita per Google Stadia, o se invece Project xCloud, avvicinandosi alla sua forma finita, saprà sopperire le attuali mancanze e tornare a competere. Cosa sarà, solo il tempo potrà dircelo.

Continuate a seguirci per essere sempre informati sulle ultime novità, sempre su Game-Experience!

Acquista su Amazon.it

    Commenti