PC

GameStop: La catena comincerà la vendita di hardware PC

Schede grafiche Nvidia RTX Series 30 inserite nel listino

GameStop, la nota catena di retailer che da anni versa in grosse difficoltà, è pronta a tentare un nuovo stratagemma nella speranza di rinnovarsi quanto basta da vedere il proprio valore riprendere un poco di quota. Questo stratagemma porta la catena a contatto con un nuovo tipo di mercato, quello degli hardware per PC.

Ovviamente il focus rimarrà il gioco, dunque gli articoli principalmente trattati da GameStop saranno schede grafiche, processori, monitor e televisori da gioco, motherboard, RAM, memorie SSD e tutto quanto sia necessario ad assemblarsi un buon PC da gioco. La notizia giunge direttamente dal CEO di GameStop, George Sherman, che ha annunciato l’intenzione di espandersi nel mercato degli hardware PC.

“Ciò include espandere la nostra offerta di prodotti a PC da gioco, monitor, tavoli da gioco, mobile gaming e televisori da gioco solo per citarne alcuni”, ha detto Sherman. GameStop venderà hardware e PC desktop da una pagina dedicata del proprio sito, già attiva ma in cui, al momento, mancano le scorte (cosa sicuramente destinata a cambiare molto presto). Sul sito sono già presenti diversi hardware, incluse le schede grafice Nvidia RTX Series 30 – che però temiamo, vista la scarsità di scorte globale, faticheranno a comparire effettivamente in listino.

GameStop

“Le vendite globali e-commerce sono cresciute del 175% e rappresentano il 34% delle vendite totali del quarto quarto contro il 12% delle vendite in rete dell’anno precedente”, ha aggiunto il CEO. Una scelta coraggiosa quella di lanciarsi in un nuovo mercato, e necessaria vista la situazione stagnante in cui GameStop versa da anni. Si deve sperare, ora, che gli avvicendamenti che stanno avendo luogo ai vertici della compagnia, con il prossimo abbondono di Reggie Fils-Aimé, cui probabilmente ne seguiranno altri, non finiscano con l’ostacolare o impedire un positivo debutto in questa nuova fetta di mercato. Come andrà a finire? Non possiamo che stare a guardare per scoprirlo, sperando per il meglio (se non altro per la molta gente cui la compagnia da da lavorare).