Game Experience
LIVE

Forza Horizon è nato grazie alla cancellazione del reboot di Project Gotham Racing

La serie è nata solo a causa del rifiuto della realizzazione di un reboot di Project Gotham Racing.

Grazie ad una nuova intervista con GQ, il capo di Playground Games, Trevor Williams, ha svelato che la saga di Forza Horizon è nata grazie al rifiuto di Microsoft nel realizzare un reboot di Project Gotham Racing.

Difatti entrando nello specifico della questione, Dan Greenawalt, direttore generale della serie di Forza ed Alan Hartman, vicepresidente aziendale della celebre serie racing, non erano assolutamente interessati a realizzare un nuovo capitolo di Project Gotham Racing.

Williams ha però precisato come entrambi i dirigenti abbiano deciso all’ultimo momento di realizzare una nuova Proprietà Intellettuale, che potesse porsi sostanzialmente come l’erede spirituale della serie racing game di cui sopra: ecco che è nata la serie di Forza Horizon!

La cancellazione del reboot di Project Gotham Racing ha permesso ai fan di gustarci la nascita di Forza Horizon

Detto questo, per chi non la ricordasse, la serie Project Gotham Racing era sviluppata da Bizarre Creations, ponendosi inoltre come uno dei franchise più popolari dei primi anni vita di Xbox. La saga ha visto approdare l’ultimo capitolo della serie sul mercato di tutto il mondo nel settembre 2007.

In seguito all’acquisizione del team di sviluppo Bizarre Creations da parte di Activision, non sono stati più prodotti titoli Project Gotham Racing. Il team in questione ha poi continuato a sviluppare Blur, un successore spirituale del franchise.

Detto questo, vi ricordiamo come Microsoft possiede ancora l’IP Gotham Racing ma l’ha praticamente messa in cantina, probabilmente a causa della popolarità della serie Forza Motorsport ed Horizon. E proprio in tal senso, Xbox ha confermato che il nuovo Motorsport uscirà nel corso della primavera del 2023. Cliccate al seguente link per gustarvi l’annuncio completo!

Forza-Horizon
Fonte: VGC

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi