Proprio ieri abbiamo riportato la decisione daparte di Electronic Arts di licenziare ben 350 suoi dipendenti, facenti parte di marketing, publish e vari altri dipartimenti della compagnia.

Ebbene, nella giornata di oggi siamo venuti a conoscenza di maggiori dettagli riguardanti questo ridimensionamento della società videoludica, cioè che questi licenziamenti corrispondono alla chiusura degli uffici di Electronic Arts in Giappone e in Russia.

Secondo quanto riportato da Kotaku, i progetti rimasti incompiuti all’interno delle divisioni russe verranno trasferiti agli uffici presenti in Europa Orientale.

Comunque sia, il CEO noto come Andrew Wilson ha dichiarato che l’azienda si impegnerà anche nel cercare di trovare un ulteriore posto di lavoro all’interno della compagnia per quelli che sono stati colpiti da questi licenziamenti, anche se chiaramente su ben 350 non molti troveranno reintegramento.

Voi cosa ne pensate di questa vicenda? Fateci sapere la vostra opinione nei commenti.

Acquista su Amazon.it

Commenti