Game Experience
LIVE

Electronic Arts acquisisce Playdemic, team di Golf Clash

EA muove ulteriori passi per prendersi una grande fetta del mercato mobile!

Electronic Arts sta ancora cercando di crescere nel settore dei videogiochi mobile di sport, con mosse come ad esempio FIFA Mobile. Ora, il colosso videoludico ha comprato i creatori di Golf Clash, ossia Playdemic, da WarnerMedia a un prezzo di 1,4 miliardi di dollari.

Stando alle dichiarazioni di EA, questa acquisizione aziendale andrà a “espandere il portfolio sport” della compagnia americana. L’affare potrebbe esser stato decisamente vantaggioso, anche perché WarnerMedia sta vendendo ormai diversi asset al fine di fondersi con l’azienda Discovery.

Questa nuova unione Warner-Discovery si concentrerà su una line-up di giochi basati su “franchise storici”, secondo il presidente di Warner Bros. Games David Haddad, perciò Golf Clash non sembrava essere più utile alla causa.

Golf Clash

Electronic Arts invece, ha intenzione di capitalizzare sul successo costante di Golf Clash, suggerendo di voler portare la struttura del gioco anche su altri brand, al fine di sviluppare nuove esperienze di gioco.

Si tratta di una cifra veramente alta, soprattutto considerando che il nome del team non è particolarmente famoso, ma la mossa sembra aver senso per entrambe le compagnie. Golf Clash è rimasto molto popolare per anni, raggiungendo addirittura gli 80 milioni di download.

Il videogioco mobile ha ricevuto anche diversi premi ai BAFTA Awards e dall’Independent Game Developers’ Association (TIGA). EA si sta buttando così su un franchise che sta già facendo tanti soldi, e quindi potrebbe venire ripagata ulteriormente nel corso del tempo.

Electronic Arts

WarnerMedia, nel frattempo, necessita di non pochi soldi per potersi separare definitivamente dalla compagnia AT&T. Questa mossa dovrebbe infatti aiutare WarnerMedia a riprendersi dalla situazione che vede il suo allontanamento da AT&T.

Diverse ricerche hanno dimostrato che il mercato mobile dei videogiochi crescerà costantemente e con numeri impressionanti fino al 2030 ed Electronic Arts vuole prendersi quello che può finché è in tempo, al fine di espandere il proprio mercato. Anche Sony ha da poco aperto la divisione PlayStation Mobile, con il quale verranno realizzati dei giochi per Android e iOS basati sulle famose IP di PlayStation.

Articoli correlati

Simone Balboni

Simone Balboni

Sono soltanto un videogiocatore pieno di passione, ho in casa solo 14 console e 3 PC, ma nessuno di questi fa girare Quake Champions. Nel frattempo mi diletto su server competitivi alla ricerca di una buona Tripla Uccisione.

Condividi