NOTIZIE

Dragon Quest ed Evangelion potrebbero far parte della cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Tokyo

Il tanto atteso inizio delle Olimpiadi di Tokyo potrebbe riservare una sorpresa per gli appassionati della cultura orientale.

Da quando Tokyo è stata annunciata come la città ospitante delle Olimpiadi Estive 2020, ci sono state speculazioni sul tipo di musica che verrà scelta per la cerimonia di apertura.
Le ipotesi iniziali hanno spaziato da canzoni di gruppi idol e boy band fino al J-pop, ma ora alcuni indizi provenienti dai social media sembrano indicare la presenza di canzoni molto familiari agli appassionati di videogiochi e anime.

La cerimonia di apertura si terrà al Japan National Stadium e, con l’inizio dei Giochi non molto lontano, si stanno già svolgendo le prove general. Poiché lo stadio è una struttura a cielo aperto situata nel centro di Tokyo, alcuni passanti sono stati in grado di cogliere melodie familiari provenire dall’edificio, dove l’inconfondibile main-theme della serie di videogiochi di ruolo Dragon Quest può essere sentito chiaramente.

Nel frattempo, altri utenti nei social media hanno raccontato di aver sentito “Tsubasa wo Kudasai” mentre passavano davanti allo stadio. 

Scritta originariamente nel 1970, “Tsubasa wo Kudasai” (tradotta in inglese “Please Give Me Wings”) è diventata una delle canzoni popolari più longeve del Giappone, con una sua cover, cantata dalla doppiatrice Megumi Hayashibara, che diventò popolarissima dopo che venne utilizzata durante un momento cruciale di Evangelion: 2.0 You Can (Not) Advance, del 2009.
Per il fatto che è semplice da cantare per una folla però, “Tsubasa wo Kudasai” viene intonata anche da persone estranee alla cultura anime e quindi non sarebbe una selezione insolita per un evento come il Olimpiadi.

Il brano di Dragon Quest, tuttavia, è un inno per videogiochi in tutto per tutto. É una melodia drammatica e travolgente e gli organizzatori delle Olimpiadi di Tokyo hanno già mostrato la volontà di appoggiarsi alla popolarità, anche internazionale, della cultura pop giapponese, quando l’allora primo ministro Shinzo Abe vestì i panni di Super Mario durante la cerimonia di chiusura del 2016 Olimpiadi.
D’altra parte, il compositore di Dragon Quest Koichi Sugiyama è noto all’estero più per le sue controverse opinioni politiche rispetto che alla sua musica, il che potrebbe rendere il pezzo una scelta rischiosa per un evento che attirerà il pubblico globale.

C’è infine la possibilità che nè “Tsubasa wo Kudasai” nè il tema di Dragon Quest facciano parte della cerimonia di apertura e vengano semplicemente utilizzate come “placeholder” per i controlli acustici e per testare l’attrezzatura dello stadio.

Senza un annuncio ufficiale del programma, sembra che dovremo aspettare fino a quando la cerimonia si svolgerà effettivamente il 23 luglio per scoprire quale musica verrà impiegata.