L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha ufficialmente riconosciuto la dipendenza da videogiochi come una vera e propria malattia, dalle caratteristiche ben definibili e rintracciabili.

Avevamo accennato alla questione già qualche giorno fa, ma soltanto da poche ore è arrivato il pronunciamento definitivo da parte dell’OMS, che inserisce i disturbi da videogiochi all’interno della categoria delle patologie.

Secondo quanto stabilito dalla World Health Organization, il disturbo da gaming si manifesta quando il soggetto è incapace di controllare le attività di gioco, come la durata, l’intensità e la capacità di accorgersi del contesto in cui si trova.

Inoltre, il soggetto darebbe la priorità assoluta ai videogame, mettendoli prima di ogni altra cosa, che siano altri interessi o altre importanti attività giornaliere.

Con il proseguire dell’attività in questione, infine, il soggetto produrrebbe delle conseguenze particolarmente negative, come ad esempio la nascita di un disturbo della personalità, l’innescamento di problemi con la famiglia, con gli amici, con la scuola o con il lavoro.

Voi cosa ne pensate di questa facceda? Fateci sapere la vostra opinione nei commenti.

Acquista su Amazon.it

Continuate a seguirci per non perdervi tutte le novità riguardanti i titoli più attesi presenti all’E3 2019, fiera di Los Angeles in programma dal 10 al 14 Giugno. Lo staff di Game-experience.it sarà presente all’evento per cui tenete d’occhio i nostri social per gustarvi tutte le notizie e le nostre LIVE in diretta dalla città californiana.

Commenti