Oggi, 18 aprile 2019, il celebre Cuphead è arrivato anche su Nintendo Switch e al lancio è ovviamente seguito, senza farsi aspettare, un filmato che analizza le prestazioni del gioco.

Si tratta del primo gioco pubblicato da Studio MDHR nonché della prima esclusiva Microsoft a comparire sulla console di Nintendo. Un evento storico che vede complici come non mai due aziende tipicamente rivali nel settore.

Il porting pare se la cavi benone, offrendo un solido e costante flusso di fotogrammi per secondo che si mantiene a 60 sia in modalità portatile che collegata al televisore. Lo conferma il canale YouTube ContraNetwork che ha condiviso un filmato nel quale analizza appunto il frame-rate.

Non era difficile aspettarsi simili risultati, infatti il gioco brilla per l’arte che c’è dietro ma in termini puramente hardware non è affatto pesante se paragonato alla complessità media dei titoli moderni. L’analisi interessa anche la modalità cooperativa, che ha dato i medesimi soddisfacenti risultati.

Nel filmato è visionabile un lieve calo di fps nel momento in cui viene adoperata una mossa speciale che porta su schermo un nutrito numero di oggetti in movimento, ma pare si tratti d’un caso isolato.

In attesa di analisi più approfondite che non tarderanno ad arrivare, godetevi il filmato disponibile a capo di questo articolo e fateci sapere che ne pensate del gioco in questa sua nuova forma.

Commenti