Game Experience
LIVE

Cuphead, in arrivo nuovi contenuti gratuiti per Xbox

Dopo l'esuberante annuncio di Cuphead su Playstation 4 viene annunciato un corposo aggiornamento della versione Xbox con contenuti esclusivi.

Ieri, Studio MDHR ha annunciato ufficialmente la disponibilità della versione Playstation 4 di Cuphead, dopo che il gioco è stato lanciato diverso tempo fa per Xbox One, PC e Nintendo Switch. Il titolo a scorrimento laterale 2D ha sempre catturato l’attenzione dei giocatori grazie al suo stile, che ricorda i cartoni animati degli anni ’30, e la sua difficoltà davvero elevata.

Cuphead è uscito oggi su PS4 – Il Blog Italiano di PlayStation

Nonostante la notizia più importante riguardi gli utenti PlayStation 4, la software house ha dichiarato che i fan di Xbox riceveranno un aggiornamento gratuito per Cuphead che comprenderà gallerie digitali, un “dietro le quinte” commentato e la colonna sonora. Al momento non è chiaro se l’update sarà pubblicato anche per la versione PC. Ecco il comunicato completo:

Per celebrare i meravigliosi giocatori che hanno creduto in noi sin dall’inizio, stiamo anche facendo un altro annuncio: introdurremo un aggiornamento speciale gratuito per i fan di Cuphead su Xbox, che aggiungerà una galleria d’arte digitale, dietro le quinte commentati e la colonna sonora del gioco. Questo aggiornamento è ancora nelle prime fasi di pianificazione, ci prenderemo il tempo necessario per realizzarlo al meglio e vi informeremo non appena soddisferà il livello di qualità per cui continuiamo ad impegnarci.

Per quanto riguarda il DLC The Delicious Last Course, invece, gli sviluppatori si sono limitati a dire che «arriverà quando sarà pronto», precisando che lo farà su tutte le piattaforme.

 

Tratto dalla nostra recensione:

Sicuramente, fin dal lancio del gioco, è stata immediatamente chiara una cosa. Nonostante lo stile cartoonesco, Cuphead è davvero tosto. Avendo giocato moltissimi platform 2D eccellenti e piuttosto difficili negli ultimi tempi, (Donkey Kong su tutti), eravamo pronti ad accettare la sfida. E, nonostante le imprecazioni, ci siamo davvero divertiti. Ma andiamo con ordine. Innanzitutto abbiamo molto apprezzato la possibilità, sia su PC che Xbox One, di rimappare completamente lo schema comandi per renderlo il più possibile adatto ai nostri riflessi e al nostro stile. Ad esempio, ho preferito affidare lo sparo al grilletto destro del controller, cosa che mi ha permesso di giostrarmi più facilmente tra salti e schivate affidati ad A e Y. Il feeling completo con i comandi è davvero fondamentale in giochi come Cuphead: ciò che vedremo a schermo sarà veloce, e costantemente minaccioso. Il tempismo richiesto da meccanismi come il parry (utile soprattutto per la rianimazione in coop) costringe sempre a dover valutare quando è il caso di rischiarlo: la possibilità di perdere 1 fondamentale HP talvolta non vale abbastanza di fronte al potenziale caricamento rapido della barra super (in grado di fornire attacchi speciali molto potenti, ricaricabile anche infliggendo danno). Nei livelli difficilmente ci saranno attimi di pausa, e anche un minimo errore potrà costarci davvero caro. Troveremo varie tipologie di situazioni, alcune a bordo di un aereo, altre nel bel mezzo di una boss fight, altre ancora in un complesso run and gun dove saremo spesso costretti a sparare mentre proseguiamo in corsa. In alcune fasi puramente platform dovremo saltare e sparare contemporaneamente, evitando buche e colpi nemici e riuscendo allo stesso tempo a fare danni. E il gioco si è dimostrato davvero reattivo e adatto allo scopo: non è capitato praticamente mai di morire per colpe che non fossero al 100% attribuibili ai miei errori, evitabili o meno. Se proprio vogliamo essere estremamente pignoli, si è riscontrato qualche piccolo problema di tanto in tanto giocando con la levetta: dopo il movimento, è capitato di ritrovarsi dal lato opposto a quello desiderato. Ma nulla di tragico, davvero. Al contrario, il gameplay basato sul trial and error si è dimostrato fin da subito magnetico. La sua frenesia costringe spesso a ripetere molte aree per imparare i pattern dei nemici, quasi impossibili da capire appieno direttamente alla prima partita. Proprio come accade in titoli come i souls o in altri platform 2D (ad esempio, i livelli musicali di Rayman) ad ogni morte impareremo qualcosa di nuovo. E, spesso, ci sarà anche da ragionare un pò su come equipaggiarsi.

 

 

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Iscrivetevi alla community Telegram https://t.me/Xbox_Italia_Community

Continuate a seguirci per rimanere informati su tutte le notizie riguardanti le console e i vostri giochi preferiti, Game-experience.it è qui per voi!

Fonte: Gamingbolt

Articoli correlati

Andrea Di Palma

Andrea Di Palma

Gamer nato con un gameboy in mano, appassionato di ogni console dal 1994

Condividi