Game Experience
LIVE

CD Projekt RED sta pagando cari gli errori di Cyberpunk 2077

Alcune decisioni spostano il focus del team di sviluppo

Un recente report finanziario di CD Projekt RED mette in luce l’enorme spesa che costituisce per lo studio polacco il supporto e l’aggiornamento costante di Cyberpunk 2077. Un trimestre, quest’ultimo riportato nel report (terzo trimestre, ndr), durante il quale i profitti della compagnia sono diminuiti nettamente.

Cyberpunk 2077

Nel periodo tra giugno e settembre 2021 CD Projekt RED ha registrato incassi per 34,7 milioni di dollari, segnando una crescita pari al 38% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Tuttavia, sono i profitti netti ad aver dato risultati meno piacevoli: 3,9 milioni di dollari, vale a dire una caduta del 30% rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso.

Un calo dei profitti la cui causa va ricercata nelle spese che CD Projekt RED sta affrontando, specialmente nel supporto e nella sistemazione dei problemi che affliggono Cyberpunk 2077, gioco che nonostante i miglioramenti apportati è ancora lontano dalla perfezione promessa al lancio, avvenuto quasi un anno fa.

“La riduzione dei profitti netti registrata nel corso dell’anno è causata dalle spese dovute agli aggiornamenti di Cyberpunk 2077 e ai lavori esplorativi sui nuovi progetti in fase iniziale di sviluppo”, ha comunicato ufficialmente CD Projekt RED

Intanto, mentre continuano gli sforzi profusi da CD Projekt RED su Cyberpunk 2077, questi vanno cambiando le priorità, che ora rilassano la presa sul supporto per concentrarsi in primo luogo sui contenuti futuri come DLC, espansioni e upgrade. La concentrazione va anche in parte ad altri progetti, come Gwent, per cui è in cantiere un progetto che coinvolge Spokko, uno degli studi sotto le ali protettive della compagnia polacca.

Le versioni next-gen di Cyberpunk 2077 e The Witcher 3: Wild Hunt sembra siano invece sulla buona strada per il lancio, ora fissato rispettivamente nel primo e nel secondo trimestre 2022. La nuova versione del terzo capitolo delle avventure di Geralt di Rivia includerà inoltre alcuni contenuti inediti ispirati alla serie di Netflix.

Lo studio si è inoltre impegnato a supportare con più regolarità Gwent. Per saperne di più attendete la rivelazione della roadmap che sarà resa pubblica nel corso del finale della terza stagione di Gwent Masters, fissata per il prossimo 5 dicembre.

the witcher 3 wild hunt

Sapevate che CD Projekt RED conta di cominciare a lavorare su nuovi titoli tripla A, simultaneamente, dal prossimo 2022?

Fonte: IGN

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi