Game Experience
LIVE

BlueStacks X porta per la prima volta il cloud gaming nei giochi mobile

Il gioco mobile sbarca in una nuova era.

La nota piattaforma dedicata ai giochi Android su PC, BlueStacks Inc., ha annunciato proprio in queste ore un’importante novità grazie al rilascio di un nuovo servizio di streaming. Difatti la società ha annunciato che è ora disponibile BlueStacks X (beta), il primo servizio streaming al mondo di giochi mobile basato interamente sul cloud.
 
Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, BlueStacks X offre lo streaming di giochi gratuito per i giochi mobile Android ed è già disponibile su PC dotati di Windows 10 e Windows 11, su Mac e su dispositivi iOS di Apple, su dispositivi AndroidChromebook ed infine anche su Raspberry Pi.

Se volete accedere alla versione beta di questo nuovo interessante servizio potete farlo anche utilizzando direttamente il browser mobile sui disposotivi mobile e persino su alcune smart TV, senza quindi utilizzare il client dedicato. Entrando più nel dettaglio, BlueStacks X (beta) è alimentato da una tecnologia cloud ibrida, realizzata in collaborazione con now.gg.

Grazie a questa tecnologia quindi tutti i videogiocatori interessati alle opere mobile di potersi gustare oltre 200 titoli, in modo totalmente gratuito, direttamente in cloud, il tutto funzionando in modo trasparente senza richiedere l’integrazione da parte degli sviluppatori. La piattaforma ha annunciato che nelle prossime settimane verranno aggiunti altri titoli.

Qui di seguito trovate alcune dichiarazioni di Rosen Sharma, CEO di BlueStacks Inc., condivise in occasione di questo importante annuncio:

“BlueStacks App Player ha recentemente superato 1 miliardo di download. BlueStacks X è un passo successivo naturale per noi. Il cloud ibrido è una grande svolta tecnologica che rende economicamente fattibile il lancio del servizio. Siamo un partner di fiducia per i migliori sviluppatori di giochi per dispositivi mobili. C’è molto entusiasmo tra loro per BlueStacks X e alcune delle altre innovazioni che abbiamo come la profonda integrazione di Discord.”

Continuate a seguirci per non perdervi altre notizie su questo interessante progetto.

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi