PLAYSTATION

Bloodborne: un bambino di 5 anni ha completato il gioco da solo

L'avventura targata FromSoftware e Sony Japan Studio è stata battuta da un bambino di soli 5 anni!

Bloodborne non è affatto un gioco facile. L’esclusiva PlayStation 4 sviluppata da FromSoftware prende infatti molto da Demon’s Souls e Dark Souls: mondi labirintici da esplorare, nemici terrificanti da combattere e boss che sembrano essere usciti dagli incubi di H.P. Lovecraft.

Riuscire a completare il videogioco action-RPG pubblicato da Sony Interactive Entertainment è un buon risultato, soprattutto se a conseguirlo è un bambino di soli 5 anni.

Come riportato dal portale GameByte, l’utente Twitter chiamato RobbieFox ha documentato nel corso del tempo l’avventura su Bloodborne da parte di suo figlio Ezra. A quanto pare, il bambino sarebbe riuscito a completare tutta l’avventura di FromSoftware senza alcun aiuto.

bloodborne

Non ci sono ancora prove effettive della buon riuscita di Ezra nel battere il videogioco in questione, ma suo padre RobbieFox ha dichiarato che esistono delle registrazioni video di suo figlio che sconfigge ogni boss del gioco e che verranno pubblicate più avanti nel corso del tempo. Per il momento ci dobbiamo accontentare di qualche foto e di un paio di video celebrativi, che potete trovare qui sotto.

RobbieFox ha poi lanciato una frecciatina forse a quei giocatori che vogliono criticare certi videogiochi solo per il fatto di esser stati concepiti come difficili in sé. Le parole infatti sono state queste: “non abbiamo bisogno di una Modalità Facile in ogni gioco, se mio figlio di cinque anni ce l’ha fatta, allora potete farcela anche voi“.

Ovviamente, il padre non vuole dire che le opzioni di accessibilità per le persone con disabilità non dovrebbero esserci, ma che bisogna tener conto anche della natura del gioco eventualmente. Ricordiamo che quando Bloodborne venne inserito sul PlayStation Plus numerosissimi giocatori si scagliarono contro l’eccessiva difficoltà del titolo.

Sicuramente questo fatto ci fa capire che nonostante i souls possano intimidire e scoraggiare numerose persone, possono comunque essere battuti con la pratica e la forza di volontà, anche per i giocatori non veterani.