NOTIZIE

Anthem Next: Molti chiedono rimborso dopo cancellazione

Ma le speranze che a due anni arrivi un rimborso, sono purtroppo molto magre

Oramai è ufficiale: Anthem Next non si farà mai. La notizia, che viene a due anni di distanza dal disastroso lancio dell’originale Anthem, a suo tempo atteso con grandi speranze che ha poi fortemente disatteso, colpevole una storia debole, un gameplay ripetitivo e la mancanza di contenuti endgame – per non parlare di alcuni gravi bug – è giunta per bocca di Christian Dailey, il direttore dello studio BioWare di Austin, Texas, che indicato l’impatto della pandemia come principale ragione della cancellazione.

Anthem Next

“Non tutto ciò che abbiamo pianificato come studio prima del COVID-19 può essere conseguito dal nostro team senza sottoporlo a enorme stress”, ha dichiarato Christian Dailey, il che ha portato molti utenti, che hanno pazientemente atteso per due anni con il gioco in sospeso, a chiedersi se ora possono pretendere un rimborso che, con la promessa dell’arrivo di Anthem Next, non si premurarono di richiedere a tempo debito.

A suo tempo dei rimborsi furono rilasciati, per chi fu scontento di Anthem. Sony offriva l’opportunità, a tutti gli utenti PlayStation 4, di riavere i soldi se avessero sofferto un bug che, in seguito a un crash, portava allo spegnimento della console. Anche Amazon concesse alcuni rimborsi, sulla base del fatto che BioWare e EA erano responsabili di “falsa pubblicità e frode” per non aver realizzato il gioco promesso a parole.

anthem-next-strali

Ora, nessun accenno a eventuali rimborsi ha seguito l’annuncio della cancellazione, quindi con una certa vena di rabbia in molti hanno intuito che dei piani di rimborso non devono essere stati contemplati ne da BioWare ne da Electronic Arts. La domanda che quindi sorge spontanea è: dovrebbe essere offerto questo rimborso per Anthem, ora?

Sicuramente gli utenti di Twitter e non solo ne sono convito. Io stesso ne sarei convinto se avessi acquistato Anthem e lo avessi conservato fino a oggi solo per la promessa che un giorno Anthem Next avrebbe sanato il danno. All’atto pratico, però, sorge logico pensare che non sia cosi facile pretendere un risarcimento a ben 2 anni dal lancio; certo non sarà semplice come lo è stato, per esempio, per chi ha chiesto un rimborso per Cyberpunk 2077 a pochi giorni dal lancio.

Magra consolazione che Anthem rimarrà giocabile ancora e per il prossimo futuro, poiché come dichiarato da Dailey “BioWare continuerà a mantenere i servizi live di Anthem funzionanti come lo sono oggi”. Purtroppo, un rimborso a questo punto sembra molto improbabile.