ANTEPRIME

E3 2017 | Anteprima | Spider-Man

L’annuncio dell’anno scorso da parte di Sony di un gioco dedicato a Spider-Man in sviluppo per PlayStation 4 ha scaldato il cuore di tutti gli amanti dell’arrampicamuri che fra un ritorno del personaggio su grande schermo grazie agli accordi fra Sony e Marvel Studios ed una sua uscita su console per opera di Insomniac Games (autori di saghe come Resistance, Ratchet and Clank e Spyro) hanno di che gongolare. Quest’anno Sony ha rilasciato finalmente un gameplay trailer, proiettato durante il suo live briefing pre-fiera, nel quale abbiamo potuto finalmente vedere l’Uomo Ragno in azione. Ed è stato bellissimo.

Spider-Man è senza ombra di dubbio uno dei personaggi più amati dell’intero universo Marvel: sin dalla sua prima apparizione del 1962 l’Uomo Ragno ha raggiunto velocemente una notevole popolarità che gli ha permesso di essere protagonista di decine di media ispirati al fumetto del supereroe dal costume rosso: film, serie TV, e ovviamente videogiochi. Senza troppi giri di parole, da quello che si è visto finora questo Spider-Man per PlayStation 4 non solo ha tutte le carte in regola per essere ricordato come uno dei migliori giochi dedicati all’Uomo Ragno, ma ha dimostrato finora delle caratteristiche che potrebbero renderlo un gioco che anche chi non segue le vicende di Peter Parker potrebbe amare, esattamente come fece Rocksteady con i suoi giochi dedicati all’Uomo Pipistrello. Ed è proprio con i giochi della serie Batman Arkham che Spider-Man condivide alcuni aspetti in termini di gameplay: prima di tutto il sistema di combattimento basato sul Freeflow, punto di riferimento di moltissimi action game usciti negli ultimi anni e che qui viene addirittura potenziato rendendo le interazioni ambientali e l’uso delle ragnatele ancora più immediato e naturale di quanto non accadesse con i gadget di cui è dotato Bruce Wayne. Ad aumentare la spettacolarità dell’azione ci pensa poi la proverbiale agilità di Spider-Man che oltre ad essere capace di grandi salti potrà usare il suo spara-tele per schivare gli attacchi. Allo stesso modo anche la componente stealth risente molto dell’influenza degli Arkham, con un level design che permette all’Uomo Ragno di aggrapparsi alle sporgenze e muoversi silenziosamente sopra le teste dei nemici, per poi colpirli dall’alto quando meno se lo aspettano. Le ispirazioni a Batman Arkham non devono essere viste come sintomo di mancanza di una propria originalità: il lavoro di Rocksteady ha inevitabilmente influenzato la concezione di action sin dall’uscita di Arkham Asylum poiché si tratta di un gioco caratterizzato da un gameplay che funziona ed è godibile senza compromessi. Insomniac dovrà dimostrare la propria abilità nel fare proprie le meccaniche e di aggiungere quella personalizzazione in grado di rendere Spider-Man un gioco unico e non un semplice Arkham-clone. La struttura del gioco sarà caratterizzata da un open world ispirato a Manhattan ed uno studio molto approfondito è stato fatto proprio sugli spostamenti in volo: lo scopo di Insomniac era quello di fare in modo che le oscillazioni con la ragnatela fossero le più realistiche possibili, facendo in modo che le ragnatele aderiscano agli edifici e non al vuoto e, similmente a come accadeva per il rampino di Batman, il momento più opportuno per lanciare la ragnatela sarà indicato dalla presenza di un cursore a schermo che apparirà sugli edifici di fronte a noi.

Grande attenzione è stata posta verso i personaggi e la storia: Insomniac ha voluto ambientare la sua storia in una timeline slegata da qualsiasi arco narrativo delle pubblicazioni fumettistiche, in modo da poter narrare la sua storia senza che essa debba sottostare agli avvenimenti narrati nel canon, ma allo stesso tempo si è assicurata di essere fedele al personaggio, narrando la storia di un Peter Parker che condivide principi e morale con la sua controparte cartacea. Si tratta di un Peter Parker che già indossa in costume da parecchi anni e che per questo motivo è in grado di eseguire grandi acrobazie e dare prova della sua enorme forza, ma allo stesso tempo è un Peter Parker ancora giovane ed i suoi 23 anni lo portano ad avere dubbi su ciò che vorrebbe essere nella vita, sia come uomo che come supereroe. Ed a proposito di costume, i fan della saga hanno notato la presenza di un enorme ragno bianco cucito sul petto dell’arrampicamuri a differenza di quello nero più tradizionale, ma Insomniac ha rassicurato i fan affermando che la ragione di tale scelta stilistica è legata alla trama del gioco. Dopo la presentazione dell’anno scorso e l’annuncio dell’uscita di Spider-Man: Homecoming ho avuto il serio timore che il Marvel Cinematic Universe avrebbe pesantemente influenzato lo sviluppo del gioco ed è stato un sollievo sentire Insomniac smentirmi su questo punto. Per quanto riguarda quelli che sono gli antagonisti della trama, Insomniac ha confermato la presenza dei due personaggi inseriti nel video di gameplay ovvero Wilson Fisk, a.k.a. Kingpin ovvero uno degli avversari storici di Peter Parker, e Mister Negativo ovvero Martin Li, un antagonista nato molto più recentemente. La trama vedrà scontrarsi le bande di questi due supercriminali intenzionati a portare avanti i loro piani finalizzati ad estendere la loro influenza sulla città e Peter dovrà sbaragliare entrambe le gang. La speranza è quella di poter vedere anche altri nemici storici ad affollare le strade di New York e che le loro storie si intersechino tutte in un’unica trama.

Non ci rimane che attendere nuove informazioni relative al gioco la cui uscita è prevista per il 2018.