Darksburg

Darksburg è un titolo particolare, decisamente. Prese di peso le meccaniche da survival shooter cooperativo come Left for Dead e Warhammer Vermintide, le trasporta in un gioco dalla visuale isometrica con eroi che tanto somigliano a quelli degli onnipresenti MOBA. Tuttavia Darksburg riesce nell’obbiettivo di distinguersi, con uno stile grafico unico e cartoonesco e una brutalità senza fine. Nel gioco infatti dovremo creare una nostra squadra di quattro eroi scelti da un gruppo improbabili personaggi fantasy e combattere contro orde infinite di zombie che cercheranno di farci a pezzi in mappe studiate appositamente per metterci in difficoltà. Un’idea non originale ma realizzata in maniera che invece lo è, grazie soprattutto a delle meccaniche innovative come quella dell’Overun Mechanic, dove qualora le orde di nemici dovessero circondarci, la visuale comincerà a subire un vistoso effetto blur e il nostro personaggio sarà in guai seri. Ogni eroe avrà quattro abilità diverse più un escape, tutte focalizzate sull’attacco, la difesa e il supporto. Darksburg resta quindi un titolo estremamente promettente, difficile, hardcore e dallo stile inconfondibile, che arriverà su PC nei primi mesi del 2019.

Windjammers 2

Il ritorno di un classico intramontabile nono poteva ovviamente non fare scalpore, soprattutto quello di un titolo amato come Windjammers. Il secondo capitolo però verrà firmato dai francesi di DotEmu, che dopo 25 anni raccolgono l’eredità di Data Est. Windjammers 2 appare fin da subito come un restauro in grande stile del primo titolo, con pochissime nuove aggiunte e migliorie, non volendo avere la pretesa di un vero e proprio seguito, ma piuttosto di voler restituire ai fan qualcosa che era da troppo tempo lontana dalle scene. Il nuovo stile grafico e artistico riprendono la scelta power sportiva del precedente ma con una definizione completamente nuova, a metà tra l’anime e il fumetto. Tra le novità, la EX Move, che rappresenta la mossa speciale di ogni personaggio, in grado di dare ancora più azione alle partite, dopo aver caricato la barra dello special. Dopo un paio di partite ci è stato subito chiaro come il feeling del primo titolo non sia stato assolutamente dimenticato, ma anzi migliorato attraverso questa nuova interazione. Completo anche di modalità multiplayer anche online, il gioco arriverà nel 2019, e siamo sinceri, non vediamo l’ora di tornare a lanciare dischi di fuoco contro i nostri avversari.

Steel Division 2

Seguito diretto del primo Steel Division Normandy 44, il nuovo lavoro di Eugen System ci sposta sui cambi di battaglia dell’est durante la seconda guerra mondiale, durante la controffensiva sovietica denominata Operazione Bagration. L’inesorabile avanza dell’armata rossa dovrà essere arginata dalle armate del terzo Reich ormai allo sbando, proponendoci combattimenti multigiocatori fino a dieci partecipanti. Steel Division 2 riprende in toto la formula strategica a turni del predecessore aumentando però ancora di più il livello di micro management e macro gestione delle proprie unità, rendendolo a colpo d’occhio un titolo non propriamente adotto ai principianti, ma che si farà amare alla follia dai veterani. Ogni singolo battaglione nel gioco è la ricostruzione esatta delle truppe reali durante il conflitto, definendo così un nuovo standard nel concetto di accuratezza storica, senza considerare inoltre l’incredibile definizione e livello di dettaglio maniacale che i ragazzi di Eugen System hanno inserito in ogni singola unità del loro gioco. Steeel Division 2 dovrà per forza essere inserito nella lista degli appassionati di giochi strategici, in quanto la sua complessità e accuratezza saranno fuori dal comune.

4Sight

Rimaniamo nel campo degli strategici con un titolo sorprendente che riprende il concetto di moba e lo rende appetibile anche ai chi fa del micromanagement la sua ragione di vita. 4Sight è uno strategico PvP a due giocatori dove si controllerà una squadra di quattro mercenari, ognuno con equipaggiamenti e abilità diverse, e si dovrà combattere in arene di dimensioni ristrette conquistando o demolendo degli obiettivi. Da questo punto di vista 4Sight sembra del tutto simile ai MOBA moderni, ma il fatto di dover gestire quattro personaggi contemporaneamente rende il tutto molto più complesso e appagante, almeno per chi è appassionato di RTS e vuole delle partite veloci e immediate. 4Sight è uno dei titoli che promette più di tutti, anche dal punto di vista Esportivo, ma dovrà essere adeguatamente supportato se vuole emergere nel marasma di titoli simili e già ben assestati.

Commenti