Arriva dalla polonia, fortemente caratterizzato da ambientazioni Cyberpunk ma no, non è sviluppato da CD Projekt Red. 2084 è uno shooter indipendente, da poco entrato a far parte del programma Early Access di Steam, sviluppato da Feardemic, un team polacco che vanta personalità provenienti da >observer_ e Layers of Fear. Il lancio è previsto per il 2020 ma abbiamo approfittato dell’accesso anticipato per sbirciare tra le meccaniche di quello che sembra essere un titolo davvero ispirato.

Anche se l’anno che più aspettiamo non è il 2084 ma il 2077, il titolo di Feardemic ha saputo catturare la nostra attenzione sin dal primo trailer. Graficamente impressionante e artisticamente ispirato, 2084 ha tutte le carte in regola per diventare uno sparatutto in salsa cyberpunk da non dimenticare. Certo, concorrere come tempi e modalità con il colosso di CD Projekt Red non è l’idea più brillante del secolo ma siamo fermamente convinti che 2084 semplicemente corra su binari diversi, quelli delle produzioni indipendenti.
Il perno sul quale gira tutta l’esperienza di gioco di 2084 è sicuramente l’elemento shooting, il problema, almeno per adesso, è il modo in cui viene implementato. Lo stato di 2084 è infatti quasi embrionale e presenta delle meccaniche molto chiuse e basilari. Gli elementi che contraddistinguono il titolo vanno a ricercarsi nell’attenzione dedicata all’hacking dei dispositivi e dalle boss fight che terminano ogni livello.

Tutte le ottime aspettative per 2084 sono però andate ad infrangersi contro l’effettivo giocato disponibile al momento. L’atmosfera cypberpunk di 2084 finisce nelle sue cutscenes e lascia spazio ad una serie di luoghi angusti all’interno dei quali far fuori nemici completamente privi di caratterizzazione. Tenendo bene a mente munizioni e punti vita, dovremo farci strada in una serie di stanze e corridoi fino ad arrivare al boss di turno. Le bossfight mostrano qualche buona idea che purtroppo non basta a giustificare il vuoto che siamo costretti ad attraversare per giungervi. Nessuna arma da raccogliere, nessuna componente al di fuori del run and gun e dell’hacking che ci permette di innescare qualche trappola o recuperare vita e munizioni.
L’accesso anticipato potrebbe dunque costituire una pericolosa arma a doppio taglio per i ragazzi di Feardemic che, se da un lato guadagnano un feedback molto importante da parte dei giocatori, dall’altro rischiano di mostrare al pubblico una build troppo acerba che potrebbe compromettere inevitabilmente il lancio finale del titolo. Proporsi una finestra di lancio lontana come quella del 2020 non aiuta, due anni sono molto per uno studio di sviluppo indipendente e gettare solide basi sin dall’inizio dello sviluppo rappresenta un elemento chiave per la riuscita di un progetto.

Al momento non c’è davvero molto altro da dire su 2084, sicuramente terremo d’occhio il titolo durante il suo sviluppo, le potenzialità sono davvero enormi. Pensate che per sviluppare la build attuale di 2084 lo studio ha impiegato soltanto 72 ore. Una jam, come quelle che si fanno durante la Gamescom o eventi simili, dalla quale è scaturita una creatura che semplicemente ha bisogno di tempo per respirare. Al momento 2084 non è da considerare nulla di più di una sorta di Tech Demo, una dimostrazione pratica di ciò che i ragazzi di Feardemic sono capaci di fare, certo, passare da questo ad un titolo in piena regola vuol dire intraprendere un percorso decisamente più lungo e ponderato di un progetto sviluppato in 3 giorni e, come spesso si dice, il cavallo migliore si vede sulla distanza. Una componente che sicuramente non vogliamo perdere però è quel groviglio labirintico all’interno del quale dobbiamo districarci per arrivare all’uscita magari, in futuro, intervallato da sezioni più aperte con specializzazioni, armi e abilità variegate che magari ci permettono di interagire in modo più dettagliato con l’ambiente di gioco.

Anche i nemici hanno bisogno di una caratterizzazione più concreta, un accenno di antagonismo e storyline che darebbe al titolo tutt’altra luce. Non ci resta dunque che aspettare che 2084 fiorisca nel tempo, bussando ogni tanto alla porta di Feardemic per mettere le mani sui vari aggiornamenti che verranno rilasciati. Al momento il titolo è previsto soltanto su PC, magari in futuro, in una forma più accettabile, arriverà anche sulle console, possibilmente quelle di prossima generazione.

Commenti